Passeggiando alla scoperta di Bari

…”Se Parigi avesse il mare, sarebbe una piccola Bari”…

Bari città di sole, mare, cultura, buona tavola, divertimenti… insomma partiamo subito senza indugi nella nostra passeggiata a scoprire la città di Bari.

E’ mattina, vestiamoci comodi e leggeri e partiamo avendo come meta la parte antica della città, detta Bari Vecchia; andiamo con calma e gustiamoci l’intrigo di stradine e vicoli stretti sui quali si affacciano splendidi palazzi e facciamo la nostra prima tappa in Piazza Ferrarese, la porta di ingresso di Bari vecchia, sede del grande mercato del pesce, la piazza prende il nome da un mercante nato a Ferrara che a Bari nel ‘600 fece la sua fortuna e si comprò diversi Palazzi della zona, accanto troviamo l’altra piazza importante di Bari, Piazza Mercantile, fermiamoci subito perchè ci troviamo di fronte ad un gigantesco leone! Per fortuna non è vero, ma si tratta della Colonna della Giustizia detta anche Colonna degli infami, perchè nel passato qui venivano legati i ladri e i debitori affinchè potessero venire puniti dal popolo arrabbiato!

bari-colonna della giustiziaOra diamo un’occhiata a destra e vedremo uno dei palazzi più belli di Bari, il Sedile dei Nobili, l’antica sede del Municipio detto il Consiglio dei Nobili e dei Primari che venivano convocati al suono della campana della Cattedrale. Facciamo pochi passi verso Largo Abate Elia ed eccola lì che si staglia imponente verso di noi, la Basilica di San Nicola di Bari, il simbolo della città, possiamo entrare e ammirarla in tutto il suo splendore, è aperta dal lunedì al sabato dalle 7 alle 20.30 e la domenica dalle 7 alle 22. Sediamoci in una delle panche e ripensiamo alla leggenda che circola sulla Basilica, si dice che essa fu edificata per custodire il Sacro Graal, il calice dove Cristo bevve durante l’ultima Cena con gli apostoli, molto suggestiva ma è solo una leggenda; sotto l’altare centrale sono conservate le reliquie del Santo, festeggiato ogni anno il 09 maggio con rievocazioni storiche e fuochi d’artificio.

basilica san nicola di bariE’ giunta l’ora di uno spuntino e visto che siamo nel borgo antico cerchiamo una panetteria e compriamoci una bella focaccia barese! Per poterla gustare in tutta la sua bontà va mangiata bella calda, ci sono diverse varianti, la possiamo trovare condita con rosmarino e sale grosso, con olive e pomodori freschi con le patate o ancora con le melanzane. Dopo questa rigenerante pausa possiamo riprendere la nostra passeggiata e ci dirigiamo in strada del Carmine per andare a visitare la Basilica di San Sabino molto interessante da vedere, ma… fermi un attimo…guardate a sinistra…riuscite a vedere un palazzo circolare? Perfetto, per chi non lo sapesse quella è la Trulla, oggi adibito a sagrestia ma un tempo era il battistero.

trulla di san sabino a bariSe vi piacciono i musei merita la visita quello Diocesano, nella sala dei reperti scultorei ammirerete ad esempio il famoso Albero della vita di Peregrino da Salerno, nella Pinacoteca icone russe risalenti al periodo dei zar o ancora ammirare gli Exultet, antichi rotoli di pergamena esposte nelle sale degli Exultet e del Benedizionale e finire la vostra visita nella sala dei paramenti molto bella e curiosa per la presenza di manifatture italiane e francesi ricamate in maniera esemplare.

exultet-museo diocesano di bari

Direi che possiamo anche terminare la nostra giornata all’insegna della cultura e passare al relax! Visto che il pranzo è stato veloce, per cena dobbiamo assolutamente godere dell’ottima cucina pugliese ma prima perchè non rilassarsi con un aperitivo? Potete andare nei locali delle vecchie mura oppura in Piazza Ferrarese. Si sono fatte le 20.30 è ora di decidere dove cenare e allora se vogliamo rimanere in tema di antichità il ristorante giusto è La Pignata, locale che ha circa 50 anni di tradizione alle spalle, mettetevi comodi e fatevi trascinare dalla magia di Bari; non potete sicuramente perdere un piatto di orecchiette alle cime di rapa, ma anche le strascinate al ragù di braciola hanno il loro perché! Come secondo la scelta deve ricadere sul pesce è ovvio accompagnati da un calice di vino pugliese, qualunque sceglierete sappiate che avrete fatto un’ottima scelta, dal Locorotondo al Gioa del Colle, passando per il Gravina e il Castel del Monte, sono tutti ottimi vini DOC!Terminata la cena preparatevi per la movida di Bari, i locali sono tantissimi; quello che va per la maggiore si dice sia l’Alterno, aperto tutte le sere, è un Deejay Bar e il giovedì la serata è dedicata agli studenti universitari. Uno dei locali più eccentrici di Bari è sicuramente il Matiti Brown, se vi piace il genere esotico allora è il posto giusto, gli arredamenti vi trasporteranno in Africa… Altro locale dove passare la vostra serata è il Bari Città Vecchia in Piazza Mercantile, con ampi spazi all’aperto, dove poter ascoltare concerti quasi tutte le sere. Ma la chicca per tutti i romantici è sicuramente una passeggiata sul Lungomare…

Dopo una bella serata in allegria, la mattina possiamo trascorrerla pigramente visitando il Castello Normanno Svevo, da non perdere assolutamente! Quando passerete dal ponte sul fossato fermatevi un attimo e con la mente fate un salto all’epoca di Re Artù e godrete appieno di questa visita.

castello-svevo-bari Per pranzo andate a cercare “Maria delle sgagliozze”, una simpaticissima signora di 85 anni che prepara davanti a casa sua le buonissime sgagliozze, fette di polenta fritta con un pò di sale, pensate che Newsweek l’ha segnalata come uno dei 101 migliori posti per mangiare Street Food in tutto il mondo! 

Nel pomeriggio possiamo passeggiare nel quartiere murattiano, il borgo più animato di Bari, da non perdere è la visita al Teatro Petruzzelli in Corso Cavour, costruito nel 1903 e il cui palcoscenico vide mettere in scena opere di artisti come Bellini e Verdi, purtroppo nel 1991 il teatro andò distrutto da un incendio doloso e solo nel 2009 ha riaperto in tutta la sua bellezza; pensate che è il quarto teatro d’Italia per la grandezza. Ora non rimane che scegliere se continuare a divertirsi tra le opere di Bari o dedicarsi ad altre attività come lo shopping o una bella passeggiata al mare; certo dipende da quanto durerà la nostra gita a Bari.

Per lo shopping le vie più famose partono tutte da Corso Cavour, la più gettonata è Via Sparano, un’area pedonale di quasi 800 metri dove troverete negozi per tutte le tasche dalle boutique di lusso alle botteghe artigianali! Un vero paradiso per lo shopping.

Per una nuotata o una semplice passeggiata la mare se restate a Bari allora a pochi passi dal centro trovate Pane e Pomodoro, spiaggia di sabbia finissima, con aree verdi ideali per passeggiare e fare pic nic; ma per trovare un mare da mozzare il fiato allora andate ad esempio a Polignano al mare e se vi rimane del tempo non perdetevi le spiagge e il mare di Ostuni.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!