Dayane Mello, il fratello Juliano fa un video contro la madre: “Ha detto delle bugie, il GF deve farmi replicare”

Dayane Mello e il fratello Juliano
Dayane Mello e il fratello Juliano

Dayane rimane male al messaggio della madre

Nella clip di presentazione al Grande Fratello Vip 5, Dayane Mello ha raccontato di essere stata abbandonata da piccola dalla madre e che ormai non vede da diversi anni. Dopo essere rimasta in silenzio per tanto tempo, la donna ha voluto registrare un messaggio per sua figlia, che è stato mandato in onda lunedì sera nella nuova puntata del reality show di Canale 5.

Ma la signora non ha chiesto scusa alla consanguinea, oppure si è giustificata per il suo comportamento. In pratica, la donna ha realizzato tale filmato solo per smentire categoricamente le parole della gieffina brasiliana: “Non dire quelle cose. Non sono mai stata una lucciola. Vai per la tua strada, ti auguro il meglio. Che Dio ti protegga figlia mia“. (Continua dopo il video)

Le dichiarazione di Juliano, fratello della gieffina

Le dichiarazioni della madre hanno lasciato turbata Dayane Mello che si è intristita dopo la lunga diretta del Grande Fratello Vip 5. Per tale ragione, nel cuore della notte Juliano, fratello della modella brasiliana ha registrato una clip. “Con molto dolore devo registrare questo video. Lo faccio per difendere quello che ha detto mia sorella al GF Vip e difendere la nostra storia”.

Il ragazzo ha detto anche che Dayane e lui hanno passato un’infanzia molto difficile e questa cosa la sonno solo loro due. “Mi dispiace molto, è davvero triste che una persona che non è stata nella nostra vita per tutto questo tempo, adesso vuole apparire e continuare a farci del male”, ha dichiarato il congiunto della gieffina. (Continua dopo il video)

Lo sfogo del fratello di Dayane Mello

Lo sfogo di Juliano Mello non è terminato qui. Nella stessa clip il ragazzo ha detto che ui e Dayane sono già stati danneggiati psicologicamente, mentalmente, con tutto quello che gli hanno fatto passare.

“Nonostante tutto questa persona pensa di avere il diritto di negare quello che abbiamo passato. Ho il diritto di replica nello stesso modo in cui lei aveva il diritto di registrare queste bugie. Adesso ho il diritto di dire la verità cruda della nostra infanzia. Siamo stati abbandonati e avevamo anche fame. Mi sono preso cura di tre o quattro fratelli più piccoli di me”, ha concluso il ragazzo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!