Italiani sempre più appassionati di trading online: ecco come iniziare

Durante l’ultimo anno sono cambiate molte cose: la pandemia ha sconvolto gli equilibri mondiali sotto ogni punto di vista, in primis quello sanitario. Ovviamente, gli inevitabili lockdown e le varie chiusure hanno influito pesantemente sull’economia ma la tendenza a fare trading online non si è affievolita e, ad oggi, vi sono sempre più italiani appassionati di questo modo d’investire in borsa.

Un neofita può pensare si tratti di qualcosa di molto complicato, ma in realtà vi sono portali molto ben organizzati come, ad esempio, tradingonline.me, che propongono una guida per iniziare il trading online, utile per acquisire le conoscenze di base necessarie per effettuare operazioni finanziarie in sicurezza. In tal senso è possibile fare pratica con demo e simulate che non richiedono investimenti con denaro reale.

Broker affidabili e demo

Per districarsi nella giungla dei portali che offrono trading online occorre innanzitutto diffidare di broker che fanno promesse assolutamente non attinenti alla realtà, inneggiando a guadagni facili o addirittura menzionando nomi famosi. Un broker deve mostrare la propria certificazione ai sensi della normativa MiFID, rilasciata da organi competenti come il CySEC: si tratta, infatti, di un intermediatore che gestisce letteralmente gli affari tra gli investitori e il mercato, quindi non bastano competenze e bravura (che sono comunque altamente auspicabili).

Sui portali più seri è possibile avere anche l’apertura del cosiddetto conto DEMO senza investire nulla e senza costi accessori e si tratta del primo approccio per chi voglia scoprire il mondo del trading ma anche di una sorta di palestra d’allenamento per i più esperti. Il broker affiancherà sempre il trader, dando consigli e suggerimenti, mettendolo a conoscenza dei rischi e delle possibilità reali.

Come fare trading online

Acquistare azioni in Borsa e attenderne i guadagni sul lungo periodo significa aspettare, in pratica, che il mercato sia positivo per trarre profitto. Con il trading online è possibile invece sfruttare strumenti derivanti dal principale diminuendo le tempistiche, ad esempio azzardando previsioni: è il caso dei CFD, o contratti per differenza, ove si decide preventivamente se si prevede un rialzo o un ribasso del valore del titolo. Sempre con il supporto del broker si dovrà visualizzare costantemente l’andamento del mercato, così da individuare i momenti di take profit (ove si ha un guadagno) e di stop loss (ovvero si verifica una perdita) per chiudere la posizione in tempo.

Ad oggi, nel mirino degli investitori online vi sono senz’altro anche i Forex, ovvero la negoziazione di valute e l’asset delle criptovalute con i Bitcoin. Quale che sia l’operazione prescelta si può contare non solo sul broker ma anche su altri elementi: il social trading, per esempio, è l’interconnessione virtuale di tutti gli investitori che si scambiano pareri, magari anche grazie ai segnali di trading. Questi ultimi sono servizi offerti da molti portali che notificano le tendenze più proficue del mercato, suggerendo come muoversi.

Un’altra opportunità consiste nel ricopiare, letteralmente, le azioni di trader che sono riusciti ad ottenere discreti margini di guadagno sperando di avere la stessa sorte.

Corsi e investimenti

Un buon modo per iniziare, però, è proprio quello di approfittare delle guide gratuite offerte dai migliori broker online, prendendo confidenza con i termini più importanti e imparando a conoscere le operazioni fondamentali per fare trading. Il passaggio dalla DEMO al trading reale deve avvenire gradualmente, partendo da piccole cifre per capire anche quale sensibilità si possieda nell’operare in tal senso.

Il trading, infatti, a differenza di un investimento a lungo termine, consiste in una serie di operazioni veloci sul mercato azionario che possono portare a buoni guadagni ma anche a perdite importanti. L’investimento classico, invece, obbliga a un’attesa che può risolversi con margini anche minimi.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!