Alessio Bernabei spara a zero sui Dear Jack: “Mi stavano tutti sul ca**o”

Dear Jack
Dear Jack

La carriera di Alessio Bernabei

Il grande successo e la loro popolarità è nata grazie alla loro partecipazione come band al talent show di Maria De Filippi , Amici. Dopo quell’esperienza, il gruppo è riuscito a vendere dei singoli, realizzato dei concerti in tutta Italia, ma in particolare in luoghi prestigiosi come l’Arena di Verona e al Forum di Assago. Ma sei anni fa i Dear Jack si sono sciolti.

Nello specifico, la vocal coach Alessio Bernabei ha deciso di intraprendere una carriera da solista ma purtroppo in questo arco di tempo di certo non ha brillato, tranne il brano ‘Noi Siamo Infinito’. Per tale ragione il giornalista Gaspare Baglio di Rolling Stone in un’intervista ha domandato al musicista chi gliel’ha fatto fare di lasciare una band che funzionava alla grande. A quel punto, senza giri di parole Bernabei ha risposto in un modo spiazzante.

Il musicista spara a zero sui Dear Jack

Intervistato da Rolling Stone, Alessio Bernabei ha detto senza mezzi termini che i suoi compagni gli stavano antipatici, per usare un termine consono. Il musicista ha raccontato che una mattina si è svegliato e non aveva più voglia di suonare. Quella roba lì mi ha fatto capire che stava sbagliando direzione. Quello che prima era il suo più grande sogno era diventato il suo peggiore incubo: stare su un palco. “Non mi importava più, anche se mi dicevano che avrei fatto l’Arena di Verona, che poi è stato l’ultimo live insieme ai Dear Jack. Dovevo cambiare perché odiavo i miei compagni e la situazione”, ha detto l’ex di Amici.

Quest’ultimo inoltre, ha spiegato al resto della band il suo disagio. “Ho detto, sinceramente, che mi stavano sul c***o, uno per uno. Erano sollevati perché ero diventato una palla al piede. Loro avevano stretto un’amicizia: ero io l’anello debole fuori da tutto. Mi hanno detto che potevo andare. Ci sono rimasto male. Mi sono detto: ma come? Sono il vostro cantante, abbiamo fatto tutto insieme! Forse aveva stancato la mia presenza”, ha tuonato Alessio.

Alessio Bernabei spiega perché non era più apprezzato nel gruppo

Nel corso della lunga intervista Alessio Bernabei ha riferito anche che discutevano molto, ovviamente non sono arrivati alle mani, ma le discussioni erano infuocate. “Ci mandavamo affanc**o e magari, dopo due ore, avevamo un live e dovevamo sorridere. È questo che mi ha distrutto”, ha fatto sapere il musicista. Infine l’ex di Amici ha detto perché i suoi compagni non lo vedevano più di buon occhio.

“Soffrivano il mio essere pretenzioso. Avevo un’idea di band che loro non condividevano. Loro pensavano di essere una boy band, di essere tutti uguali. Io, invece, la immaginavo con un frontman che spacca supportato da una band che spacca allo stesso modo. Tipo Freddie Mercury e Brian May. Il resto del gruppo non è inferiore, sono musicisti validi, ma si fermano lì, non sono tutti frontman”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!