Juliano Mello, il fratello di Dayane attacca Rosalinda Cannavò: “Si sta approfittando di mia sorella” (FOTO)

Dayane e Rosalinda
Dayane e Rosalinda

Le accuse di Juliano a Rosalinda Cannavò

Negli ultimi due giorni Dayane Mello e Rosalinda Cannavò hanno avuto una serie di discussioni e si sono lanciate delle frecciatine velenose a vicenda. Per fortuna, nella giornata di mercoledì le due concorrenti del Grande Fratello Vip 5 hanno chiarito. Tuttavia, il fratello della modella brasiliana su Instagram si è scagliato contro la 28enne messinese. Per quale motivo?

Stando a Juliano, l’attrice siciliana si starebbe approfittando della consanguinea: “Con tutto il rispetto, ma Rosalinda si sta approfittando di mia sorella, lei non merita questo ha un cuore puro”. Di conseguenza, nonostante l’ex fidanzata di Giuliano Condorelli abbia fatto la pace con la sudamericana, sembra proprio di aver perso i voti dal Brasile. (Continua dopo il post)

Juliano Mello sulla scomparsa di Lucas

Sempre Juliano Mello ha detto la sua sulla prematura morte del fratello Lucas avvenuta settimane fa in Brasile a causa di un tremendo incidente stradale. Il ragazzo ha detto che se non fosse stato per il Covid, forse tutto questo poteva non accadere.

Infatti, lui e il compianto consanguineo avevano deciso di volare in Italia da Bubi, ovvero Sofia, la figlia di Dayane e da quest’ultima per seguire la fase finale del Grande Fratello Vip 5. Purtroppo però, i voli sono stati bloccati e non erano in sicurezza. Per questo motivo hanno rimandato il viaggio a tempi migliori. “Sono giustificazioni che scorrono nella mia testa. Ormai nessuno ci ridarà il nostro fratellino”, ha asserito il brasiliano.

Lo sfogo di Lucas Mello

Ma lo sfogo di Juliano Mello non è finito qui. Infatti il ragazzo alla sorella Dayane ha detto che doveva continuare a rimanere in gioco e vincere per il loro fratello Lucas. Quest’ultimo era il primo tifoso della gieffina.

“Noi tre eravamo una cosa sola. Lui era molto orgoglioso che in Brasile si parlasse di Dayane e dei Mello. Non è tattica, è il volere di Lucas che ci guarda dall’alto, mi creda. Ora in Brasile, a causa della pandemia, si usa celebrare il funerale in 24 ore. Lucas è morto alle 10 di sera, il giorno dopo alle cinque del pomeriggio lo abbiamo sepolto. Un dolore indescrivibile e questa situazione pandemica non aiuta. In ogni caso Dayane non ce l’avrebbe fatta ad esserci”, ha concluso il ragazzo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!