Fabrizio Corona rischia di tornare in carcere, chiesta la revoca ai domiciliari: il motivo

Fabrizio Corona
Fabrizio Corona

Fabrizio Corona potrebbe tornare dietro le sbarre

Fabrizio Corona potrebbe tornare nuovamente in carcere. E’ questa la notizia che nelle ultime ore ha fatto il giro del web. Sarà il collegio di giudici della Sorveglianza nell’udienza che si terrà il prossimo 8 marzo a decidere se l’ex re dei paparazzi finirà ancora una volta dietro le sbarre.

Le scorse settimane infatti, il giudice della Sorveglianza ha proposto la revoca del differimento pena e di conseguenza la revoca della detenzione domiciliare. Tale richiesta è arrivata dopo che l’ex marito di Nina Moric ha commesso diverse violazioni delle prescrizioni. Dunque, ora la palla passerà al collegio dei giudici della Sorveglianza per prendere la decisione definitiva. Ciò è stato stabilito nell’udienza di mercoledì 17 febbraio relativa ad un altro procedimento. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa sta accadendo negli ultimi giorni.

Le ospitate vietate in televisione da parte dell’ex fotografo

Tale richiesta da parte del giudice Corti è giunta dopo che qualche mese fa aveva diffidato Fabrizio Corona a partecipare a delle trasmissioni televisive. Mentre in un’udienza che si è realizzata lo scorso novembre, un altro magistrato aveva invitato l’ex re dei paparazzi a rispettare tutte le norme.

Anche in quell’occasione l’ex fotografo venne ripreso per alcune comparsate dell’uomo sul piccolo schermo. Quindi, dopo aver ricevuto una diffida, adesso è giunta anche la revoca degli arresti domiciliari. Per il padre di Carlos Maria nel dicembre del 2019 si erano aperte le porte del carcere di San Vittore. Ovvero, quando a causa di una patologia psichiatrica era stato traferito inizialmente in una casa di cura e successivamente trasferito a casa sua.

L’utilizzo spropositato dei social da parte Fabrizio Corona

Quindi, il prossimo 8 marzo quando ci sarà l’udienza, per Fabrizio Corona la situazione potrebbe tornare al punto di partenza. L’ex re dei paparazzi avrebbe violato le prescrizioni utilizzando assiduamente i suoi canali social, divieto esplicitato proprio dai giudici.

Per il momento però, l’imprenditore di origini siciliane rimane agli arresti domiciliari. Il magistrato ha deciso di proporre la revoca ai giudici, ma in attesa di tale decisione da parte del collegio della Sorveglianza, il rientro in prigione in via provvisoria. In tutto questo, quale sarà stata la reazione del diretto interessato?

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!