Rosalinda Cannavò chiamata in Procura sul giallo dell’Aresgate e la morte di Teodosio Losito

Rosalinda Cannavò
Rosalinda Cannavò

Rosalinda Cannavò convocata in Procura: il motivo

Nei primi giorni di permanenza all’interno della casa del Grande Fratello Vip 5 Rosalinda Cannavò, quando all’epoca si faceva chiamare ancora Adua Del Vesco, aveva sollevato l’res Gate insieme al collega Massimiliano Morra. A distanza di quasi sei mesi la 28enne messinese è stata convocata in Procura per essere sentita come persona informata sui fatti in relazione al decesso di Teodosio Losito, lo sceneggiatore di tantissime fiction in onda sulle reti Mediaset.

A rendere nota la notizia è stata l’Ansa e subito dopo altre testate giornalistiche. Ad esempio su Il Tempo si legge: “Ora Rosalinda Cannavò, essendo stata convocata nella veste di testimone dal pubblico ministero, ha l’obbligo di dire la verità, spiegando chi sarebbe “l’artefice di tutto”, altrimenti rischia di incorrere nel reato di false dichiarazioni al pm. D’altronde, se in tv si può fingere e si possono dire anche delle cose non vere, di fronte all’autorità giudiziaria le recite non sono concesse”. (Continua dopo il post)

Le dichiarazioni dell’ex gieffina in casa

Rosalinda Cannavò dovrà spiegare le pesanti dichiarazioni fatte all’interno della casa del Grande Fratello Vip 5, che hanno spinto il produttore dell’Ares Film Alberto Tarallo ad apparire in pubblico e dire la sua.

“Certe cose che hanno detto appartengono al folclore, ma questa è una cosa che non posso perdonare. Per questa cosa provo solo ribrezzo e schifo. Ci hanno preso per il c*** hanno usato una cattiveria più estrema per farmi e farci del male e ancora non riesco a capirne il motivo. Come da prassi si è creato il vuoto intorno a me, a noi. Il carro non è più quello dei vincenti. A chi abbiamo dato tutto di noi stessi ci ha sputato in faccia e oggi giudica e siamo dei rami secchi, che pena“, aveva detto cinque mesi fa la 28enne messinese durante una conversazione con Massimiliano Morra.

Rosalinda Cannavò e le dichiarazioni sulla morte di Teodosio Losito

Nei primi giorni di permanenza all’interno della casa del Grande Fratello Vip 5, Rosalinda Cannavò Rosalinda Cannavò disse il suo punto di vista sulla strana morte del famoso sceneggiatore dell’Ares Film Teodosio Losito.

“Secondo te quale può essere la procedura che l’ha portato al suicidio. Tu non puoi capire gli ultimi periodi lui, non puoi immaginare. Io credo che non sia stato un suicidio, ma di istigazione. Se fossi rimasta lì avrei fatto la sua stessa fine. Non lo sai cosa ho passato, ero completamente sola in quel posto. Lui è morto il 9 gennaio e lui prima di Natale mi volle accompagnare all’aeroporto, mi ha abbracciato fortissimo e mi ha detto che aveva bisogno di calore umano. Con quella cosa che ha fatto lui ha liberato me, altrimenti non sarei stata qui”, ha detto l’attrice messinese.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!