DayDreamer – Le Ali del Sogno, anticipazioni del 19 marzo: Can e Sanem ammettono i propri errori

DayDreamer
DayDreamer

Quinto appuntamento settimanale di DayDreamer – Le Ali del Sogno

Continua la programmazione di DayDreamer – Le Ali del Sogno, la seguitissima serie tv turca in onda dalla scorsa estate su Canale 5. Gli spoiler della puntata che sarà trasmessa venerdì 19 marzo 2021, rivelano che Can e Sanem riusciranno a mettere da parte i rancori e parlare da persone civili.

I due, quando si troveranno da soli sulla barca, si chiederanno scusa a vicenda, riconoscendo di aver commesso degli sbagli l’anno prima. Mentre il signor Cemal presenterà una denuncia contro la Fikri Harika a causa del malvagio Yigit.

Can e Sanem parlano civilmente

Le anticipazioni della prima parte della 138esima puntata di DayDreamer – Le Ali del Sogno che andrà in onda su Canale 5 venerdì 19 marzo 2021, rivelano che Sanem e Can si troveranno ancora insieme sulla barca. Dopo un anno, la Aydin e il fotografo riusciranno a chiarire le loro incomprensioni. A dire il vero, inizialmente la scrittrice proverà ad andarsene dall’imbarcazione. Ma dopo qualche minuto sarà felice di rimanere da sola col suo ex fidanzato.

Tutti e due ammetteranno i propri errori, infatti la ragazza chiederà scusa al Divit per aver cercato di farlo cambiare in passato. In più, la sorella di Leyla gli confesserà di sapere che non era stato lui a bruciare il suo diario e di averlo intuito quando l’ha visto entrare nel capanno in fiamme. Ovviamente anche Can si scuserà con la giovane per aver cercato di farla diventare uguale a lui. Inoltre ammetterà che in tutto questo tempo l’ha sempre pensata.

Cemal sporge denuncia alla Fikri Harika

Gli spoiler del nuovo appuntamento di DayDreamer – e Ali del Sogno, dicono anche che Can e Sanem metteranno da parte il rancore. Nel frattempo, alla tenuta di Mihriban, durante la loro assenza, accadrà qualcosa di inatteso. Nello specifico Cemal, non appena Yigit gli dirà che i collaboratori della Fikri Harika hanno copiato la formula delle creme prodotte da sua moglie, si recherà in commissariato e denuncerà tutti.

Deren, Bulut Aziz e tutti gli altri soci dell’azienda pubblicitaria dovranno fare i conti con una pesante accusa. Ossia quella di aver prodotto e aver messo in vendita delle creme contraffatte. Sarà la verità o l’ennesimo piano del perfido editore?

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!