Fabrizio Corona, Giletti legge una lettera agghiacciante scritta dall’ospedale: “Mi sono mangiato il braccio” (VIDEO)

Fabrizio Corona lettera
Fabrizio Corona e Massimo Giletti

Nella puntata di ieri, domenica 21 marzo, di Non è l’Arena, Massimo Giletti ha letto una lettera scritta da Fabrizio Corona durante il suo ricovero ospedaliero. L’ex re dei paparazzi ha scritto una missiva destinata esclusivamente al conduttore del programma di La 7 in cui ha descritto con minuzia di particolari i dettagli della sua follia.

Corona ha parlato di come si sia strappato a morsi i punti di sutura dalle braccia e di come i medici lo abbiano ritrovato all’interno della sua stanza. Si tratta di un contenuto davvero forte che ha colpito sia presenti in studio sia telespettatori.

La lettera di Fabrizio Corona

Fabrizio Corona ha scritto una lettera molto toccante a Massimo Giletti in cui ha raccontato una crisi avuta durante il suo periodo di degenza presso l’ospedale Niguarda di Milano. Da oltre 10 giorni, l’ex re dei paparazzi è ricoverato presso il reparto psichiatrico di tale struttura ospedaliera. Le sue condizioni, sia fisiche sia psicologiche sono davvero delicate in quanto il protagonista ha deciso di adottare lo sciopero della fame come forma di protesta. Da troppo tempo, ormai, non si nutre in modo adeguato e beve solo un po’ d’acqua e qualche tisana.

Corona non può avere contatti con nessuno, eccetto le persone autorizzate, pertanto ha deciso di scrivere una lettera a colui che reputa un amico, ovvero, Massimo Giletti. Quest’ultimo ha letto il contenuto di tale missiva nella scorsa puntata di Non è l’arena. In tale lettera, Fabrizio ha spiegato di aver avuto un’altra crisi durante il suo ricovero. Qualche giorno fa, infatti, si è strappato con i denti i punti di sutura che i medici gli avevano messo sulle braccia per chiudere i tagli procurati da lui stesso. (Clicca qui per il video)

Il duro commento della dottoressa Andreoli

L’ex paparazzo è stato alquanto preciso nel raccontare i dettagli di quel drammatico episodio. Nello specifico, ha spiegato di non aver provato dolore mentre prendeva a morsi il suo braccio. Ad un certo punto, poi, sono entrati i medici ed è scattato il panico. C’era chi gridava, chi piangeva e chi provava a tranquillizzarlo. Ad ogni modo, lui era completamente fuori controllo, offuscato dalla rabbia e dall’indignazione per quanto gli è accaduto.

A commentare la lettera di Fabrizio Corona è stata la dottoressa Stefania Andreoli. Quest’ultima ha detto che le condizioni del paziente sono estremamente compromesse, pertanto, ciò che sta minacciando di fare in questo periodo, ovvero togliersi la vita, potrebbe essere fatto davvero. (Clicca qui per il video)

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!