Alda D’Eusanio rivela i retroscena della sua espulsione: “Hanno vietato di fare il mio nome”

Alda D'Eusanio
Alda D'Eusanio

Alda D’Eusanio torna a parlare della sua espulsione dal GF Vip 5

L’ex gieffina Alda D’Eusanio nelle ultime ore è tornata a tuonare contro gli autori del Grande Fratello Vip 5. La 70enne, infatti, è certa che con lei, Rosalinda Cannavò e Massimiliano Morra la produzione del reality show di Canale 5 abbia usato due pesi e due misure.

La giornalista intervistata dal magazine Mio è tornata a parlare della sua espulsione ed oltre ad aver paragonato le sue insinuazione su Laura Pausini e paolo Carta alle parole della 28enne messinese sulla morte di Teodosio Losito, ha anche confessato com’è avvenuta la sua squalifica dal programma Mediaset.

La dinamica della sua squalifica

Intervistata dal settimanale Mio, Alda D’Eusanio è tornata a parlare della sua squalifica dal Grande Fratello Vip 5. La giornalista ancora non si rende conto di quello che è accaduto. La donna è stata chiamata e cacciata mentre era ancora in ciabatte. Nel confessionale le hanno riferito che i social erano insorti per quanto detto su Laura Pausini e Paolo Carta. “Avevo dato voce ad un chiacchiericcio, ma pensavo di poter rientrare a salutare i ragazzi e prendere le mie cose. Non c’è stato verso, mi hanno messa in macchina e mi hanno rispedita a casa come un pacco postale. Un gesto che mi ha colpita e mi ha tolto la mia dignità”, ha asserito la giornalista.

Quest’ultima, inoltre, subito dopo è venuta a sapere che ai ragazzi e agli ospiti degli altri programmi era stato assolutamente vietato di fare il suo nome. “Fossimo stati all’epoca delle streghe sarei finita sul rogo. Questo mia ha lasciato senza parole: l’eliminazione della mia stessa esistenza. Come se quanto accaduto fosse una cosa talmente reietta da ritenere la mia persona innominabile”, è sbottata la 70enne.

Alda D’Eusanio voleva un confronto con Mediaset

Intervistata dal noto periodico Mio, Alda D’Eusanio ha confessato che dopo la sua espulsione dal Grande Fratello Vip 5 come minimo si aspettava un confronto con Mediaset che non è mai avvenuto fino ad oggi.

“Dopo l’uscita sono rimasta in silenzio aspettando un cenno dell’azienda per poter fare delle doverose scuse pubbliche, ma non me ne è stata data la possibilità. La rete, sono loro ad avermi invitata a partecipare, consapevoli anche dei miei limiti fisici. Vorrei sapere come funziona. Perché prima ero meritevole di essere, esistere e parlare e ora non più. Non è giusto! Soprattutto per una persona come me, che ha bisogno di maggiore cura rispetto ad altri”, ha concluso l’ex gieffina.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!