Pio e Amedeo stroncano il pubblico di Barbara D’Urso: “Si informano su testate fake”

Barbara, Pio e Amedeo
Barbara, Pio e Amedeo

Pio e Amedeo debuttano con Felicissima Sera

Venerdì sera il duo comico pugliese formato da Pio e Amedeo debutterà in prima time su Canale 5 con il loro show dal titolo ‘Felicissima Sera‘. In attesa di vedere questo programma che richiede la presenza di tanti ospiti, i due attori hanno rilasciato una lunga intervista al quotidiano il Corriere della Sera. In quell’occasione hanno parlato del loro format, in più hanno lanciato una frecciatina velenosa nei confronti di Barbara d’Urso, o meglio al suo pubblico che la segue.

“Il titolo è volutamente vintage, perché il nostro obiettivo è prenderci il pubblico della tv generalista, quello che di solito non è il nostro pubblico. È un grande show, un tipo di spettacolo che Mediaset non faceva da tanto tempo e ha incredibilmente deciso di affidare a noi. È altrettanto incredibile, ma avremo anche ospiti di un certa caratura: un bel segnale, perché vuol dire che è forse il tempo di non prendersi sul serio. Nella prima puntata, tra gli altri ci saranno Maria De Filippi, De Gregori, Tommaso Paradiso. Il nostro gioco è prendere personaggi alti, che non si lasciano andare facilmente, e portarli nel nostro mondo. Alla gente piace vedere come si umanizzano”, hanno detto Pio e Amedeo.

I due comici dicono la loro sul target della D’Urso e Salvini

Intervistati dal Corriere della Sera, Pio Amedeo prima del debutto con Felicissima Sera hanno parlato anche del target di persone che seguono la stacanovista di Mediaset Barbara D’Urso e il leader della Lega Nord, Matteo Salvini.

“Se ci fosse un partito qualunquista sarebbe di maggioranza? Sì, è la forza di Salvini stesso, noi diciamo sempre che lui è il Barbara D’Urso della politica, è quel target lì, facile da prendere e facile da convincere, che legge sempre meno, che scorre i titoli e non gli articoli, che si informa su testate fake”, hanno dichiarato entrambi.

Il siparietto di Pio e Amedeo sul catcalling

Da qualche settimana sul web e in televisione si parla del catcalling, un fenomeno che è stato tirato fuori da Aurora Ramazzotti, figlia di Michelle Hunziker. Giorni fa Pio e Amedeo hanno voluto ironizzare su questa vicenda creando una serie di polemiche.

“Noi abbiamo creato una carriera su sta cosa, quindi mi stai dicendo che non si può più urlare un ‘amore mio, ce lo metto io il gambo’?. Non si possono più stoppare le femmine per strada. No, non si può più fare, poi escono fuori le associazioni. Non si può più dire, è giusto. Questa è esagerata come cosa. Mio zio Gianni nel ’74 ha conosciuto zia Lina così. L’ha aspettata fuori dalla chiesa e le ha fatto ‘pss pss, signorina’. Mia zia che ha sempre la risposta pronta gli disse ‘che hai bucato?’ e mio zio rispose ‘che non si vede che ho alzato il cric?’. Zia scoppiò a ridere e si conobbero. Hanno fatto tre figli e ora è diventato anche nonno zio Gianni. Da uno stoppaggio per strada. Dobbiamo sterminare le famiglie per questa cosa qua?”, hanno detto Pio e Amedeo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!