L’indebitamento con banche ed istituti di credito

A chiunque potrebbe accadere nell’arco della propria vita di non riuscire più a far fronte ad un debito contratto con una banca o un istituto di credito, soprattutto in questo momento di crisi economica derivata dalla pandemia di covid 19 che ha messo in ginocchio molte attività del nostro Paese. Vediamo quali sono, innanzi tutto, le possibili strade e le soluzioni che possono aiutare il debitore a fronteggiare questa situazione e, successivamente, quali sono le conseguenze ed i rischi legati all’insolvenza ed all’impossibilità di rientrare dei debiti contratti.

Cosa fare nel caso di eccessivo indebitamento

Se ci si dovesse trovare ad affrontare una situazione debitoria eccessivamente gravosa, sono molte le strade che si possono seguire per far fronte a questa difficile situazione. Innanzi tutto potrebbe rappresentare una buona soluzione rivolgersi ad un professionista specializzato nella gestione di complesse situazioni debitorie. Si possono trovare online dei siti in cui operano professionisti pronti ad offrire le proprie competenze nel settore, come fa, ad esempio, l’avvocato Cacciola su debitobancario.it. Grazie alla cooperazione di un professionista si può cercare di giungere ad una soluzione vantaggiosa, quale ad esempio una ristrutturazione del debito che metta in condizione il debitore di farvi fronte in maniera più agevole.

Quindi nel caso di eccessivo indebitamento le soluzioni più immediate sono la ricerca di fondi, ricorrendo anche ad un prestito tra privati, al fine di pagare il debito con la banca oppure la ricerca di un metodo, anche avvalendosi della consulenza di un professionista, per pagare il debito in maniera ridotta, facendo leva anche sulle scappatoie offerte dalla legge, per ottenere ad esempio il saldo e lo stralcio del debito.

Il saldo e lo stralcio del debito

Molto spesso si sente parlare di saldo e stralcio del debito, ma tale operazione non ha una specifica definizione in quanto non espressamente prevista dalla legge, ma piuttosto lasciata all’autonomia delle parti che, volta per volta, decidono pattiziamente come procedere, anche a seconda di quanto ingente sia la situazione debitoria.

In linea generale il saldo e stralcio rappresenta una sorta di accordo tra debitore e creditore in cui al primo viene garantita una riduzione dell’ammontare complessivo del debito, a fronte dell’immediato pagamento. Si tratta quindi a tutti gli effetti di uno sconto sul debito e della successiva cancellazione. L’ottenimento di questo vantaggio non rappresenta però un diritto per il debitore, ma solo una possibilità ottenibile tramite un accordo.

I presupposti per l’ottenimento di saldo e stralcio sono innanzi tutto il non aver adempiuto al pagamento di un debito e l’accordo tra debitore e creditore per superare tale situazione. La procedura di saldo e stralcio spesso rappresenta l’alternativa al pagamento dilazionato del debito, il debitore può quindi scegliere tra pagare solo una parte del debito ma immediatamente, oppure pagare tutto l’importo ottenendo però una dilazione. Sta poi al debitore valutare caso per caso, anche in base alla portata del debito da estinguere, quale sia la soluzione che appare maggiormente utile per far fronte alla propria situazione debitoria.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!