Paolo Bonolis e Avanti un altro accusati di censura: “Sono deluso, a quanto pare non è solo la Rai…” (FOTO)

Paolo Bonolis

Ruggero Freddi ad Avanti un altro pure di sera

Domenica sera su Canale 5 è andato in onda un nuovo appuntamento di Avanti un altro in versione serale. Tra i vari concorrenti che sono passati davanti alla corte di Paolo Bonolis e Luca Laurenti c’era anche Ruggero Freddi. Quest’ultimo, fra una battuta e l’altra ha confessato di essere Carlo Masi, uno degli attori per adulti gay più famosi al mondo.

L’uomo, per chi non lo ricorda, qualche hanno fa ha smesso di esercitare questa professione chiedendo la mano al compagno durante una puntata di Pomeriggio Cinque di Barbara D’Urso. Ma l’esperienza di Freddi nel game show è durata pochissimo il conduttore romano lo ha congedato velocemente.

La delusione dell’ex attore di film per adulti

Il saluto di Paolo Bonolis ha fatto arrabbiare il diretto interessato che sui social ha accusato il programma e il conduttore di aver tagliato gran parte del suo discorso. Ruggero Freddi si è detto molto deluso perché aveva deciso di partecipare come concorrente ad Avanti un altro anche di sera perché per lui queste sono importanti occasioni per dare visibilità a persone che di visibilità nel nostro paese ne hanno poca.

“Alla fine della mia presentazione avevo salutato tutte le persone transessuali, le quali vengono spesso dimenticate, con il caro augurio di terminare presto il loro percorso e di realizzare presto il loro desiderio di esprimere esteriormente il sesso che sentono da sempre come il proprio”, ha lamentato l’ex attore di film per adulti.

Concorrente di Avanti un altro accusa gli autori di censura

Ma non è finita qui. Infatti, subito dopo Ruggero Freddi ha fatto delle accuse molto pesanti agli autori di Avanti un altro dicendo che è stato addirittura censurato. “Scopro solo ora, vedendo la puntata in tv, che il mio augurio è stato cancellato. Questione di tempi televisivi? Direi che di tante sciocchezze che potevano essere editate è stata editato un importante messaggio di inclusione sociale. A quanto pare la Rai non è la sola a censurare… e non è la prima volta che mi capita… ripeto, grande delusione”, ha fatto sapere l’uomo sui social. Dopo queste pesanti insinuazioni arriverà la replica da parte di Paolo Bonolis o il suo staff? Staremo a vedere.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ruggero Freddi (@ruggerofreddi)

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!