Home Gossip Uomini e Donne, Davide Donadei in crisi col lavoro sbotta: “Maledico il giorno che ho iniziato”

Uomini e Donne, Davide Donadei in crisi col lavoro sbotta: “Maledico il giorno che ho iniziato”

0
Uomini e Donne, Davide Donadei in crisi col lavoro sbotta: “Maledico il giorno che ho iniziato”
Davide Donadei

Davide Donadei dopo Uomini e Donne è tornato a fare il ristoratore

Nella passata edizione di Uomini e Donne, tra i protagonisti del Trono classico c’era Davide Donadei che alla fine del suo percorso ha scelto Chiara Rabbi. Dopo l’esperienza nel dating show di Maria De Filippi l’ex tronista è tornato alla vita di tutti i giorni, ovvero gestendo un ristorante nella sua amata Puglia.

Per rimanere al suo fianco e vivere il loro amore, l’ex corteggiatrice ha lasciato Roma e si è trasferito da lui dandogli una mano nell’attività di ristorazione. A tal proposito, visto che tale professione lo tiene impegnato quasi tutto il giorno, il ragazzo nelle ultime ore ha avuto un duro sfogo sul suo account Instagram.

L’amaro sfogo su Instagram

Nello specifico, Davide Donadei quando era tronista a Uomini e Donne aveva confessato alla trasmissione a a tutte le sue corteggiatrici di essere proprietario di un ristorante che gestiva nella sua terra natia: la Puglia. Un impegno molto importante visto che il giovane ha soli 26 anni. Qualche ora fa l’ex volto del Trono classico ha avuto un crollo emotivo sfogandosi su Instagram.

In pratica, il ragazzo ha parlato dei sacrifici che fa quotidianamente per garantire che tutto proceda senza alcun intoppo. “Ho 26 anni e la paura di non farcela è tanta, una paura che purtroppo in questo periodo storico è realtà”, ha asserito il compagno di Chiara Rabbi sul noto social network. Quest’ultimo senza alcun timore ha aperto il suo cuore a tutti coloro che lo seguono che lo seguono. Un affetto dopo averlo conosciuto a lungo nel dating show ideato e condotto da Maria De Filippi.

Davide Donadei in crisi a causa del suo lavoro da ristoratore

L’ex tronista Davide Donadei su Instagram ha ammesso di essere sempre abbastanza preoccupato per colpa delle numerose difficoltà che la gestione di un ristorante comporta. Soprattutto da un anno e mezzo a questa parta a causa dell’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia dove tali attività hanno avuto una serie di limitazioni da parte del Governo.

“Tante volte maledico il giorno in cui ho iniziato a lavorare qui”, ha proseguito ancora il compagno di Chiara Rabbi dicendo che da quando la sua attività di ristorazione è entrata a far parte della sua vita, non ha più avuto modo di passare le festività insieme alla famiglia ed amici.