Maria De Filippi, l’omaggio pensato per ricordare Michele Merlo in televisione (FOTO)

Maria e Michele
Maria e Michele

Michele Merlo sarà ricordato nella prima puntata di Amici 21?

Sono trascorse diverse settimane dalla prematura morte di Michele Merlo e da quel momento sono stati numerosi i colleghi e gli amici che l’hanno ricordato sui vari social network con dei messaggi. Uno dei più commoventi è stato quello scritto di pugno da Maria De Filippi e della redazione di Amici. E proprio alla professionista pavese, il padre dell’ex allievo morto per una leucemia fulminante, ha riservato delle bellissime al miele.

Dopo la lunga lettera condivisa sui canali social delle trasmissioni mariane, sembra che la moglie di Maurizio Costanzo abbia deciso di omaggiare il cantante veneto durante la prima puntata della 21esima edizione di Amici. A lanciare questo rumors ci ha pensato l’influencer Amedeo Venza: “La prima puntata della prossima edizione di Amici inizierà con un commovente ricordo di Mike Bird“.

L’indiscrezione sull’omaggio al cantante veneto

Stando a quanto riporta il portale web Blasting News, gli autori del talent show Amici ricorderanno Michele Merlo, venuto a mancare dopo una leucemia fulminante che gli ha provocato un’emorragia cerebrale.

“Per la prima puntata di Amici 21 che sarà trasmessa il 18 settembre su Canale 5, è in programma anche un doveroso e commovente omaggio per Michele Merlo, che all’epoca della sua partecipazione al talent show, si faceva chiamare con lo pseudonimo di Mike Bird. E chissà se, in vista di questo omaggio che verrà fatto a Michele, Maria De Filippi non riuscirà a coinvolgere anche Emma Marrone, che in quell’edizione di Amici era la coach del cantante nella fase serale“, si legge sul sito internet.

Maria De Filippi e la lettera per Michele Merlo

Dopo essere venuta a conoscenza della prematura morte di Michele Merlo, la conduttrice Maria De Filippi e la redazione di Amici ha deciso di scrivere questa lunga lettera in onore dell’ex allieto di canto veneto.

“Profondo, malinconico nello sguardo e solare nel sorriso. Così ci sei apparso dal primo momento in cui ti abbiamo visto e così sei rimasto fino all’ultimo giorno che hai trascorso in casetta. La tua era una malinconia speciale, che lottava ogni secondo con quel sorriso che diceva l’esatto contrario. A volte prevaleva una cosa, a volte l’opposto. Tu eri entrambe le cose. E quando cantavi, quando eri al centro del palco a fare quello che ti piaceva di più al mondo. Il tuo modo di essere prendeva il sopravvento e ti faceva mostrare al mondo senza filtri, senza paure. Eri Mike Bird e stavi cantando. Nel tuo elemento naturale, la valvola di sfogo per i tuoi pensieri profondi che ti esplodevano in petto e che avevi tanta voglia di condividere con il mondo. Eri un ragazzo speciale e lo avevamo capito tutti. Avevi un’intensità unica, una capacità di guardarti dentro fin troppo spiccata che a volte ti faceva arrovellare attorno agli umori e alle sensazioni”. Ecco il post integrale:

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!