Mara Venier, lettera-bomba su Costanzo e Maria De Filippi: “Ecco cosa siete, davvero”

Mara Venier scrive una lettera a Maria De Filippi

Dopo la visita dei giorni scorsi al policlinico di Roma, Mara Venier nelle ultime ore ha preso carta e penna per scrivere e poi far recapitare una lunga missiva alla regina della televisione italiana, ovvero Maria De Filippi. Una lettera che è stata pubblicata da Novella 2000, la nota rivista diretta da Roberto Alessi.

Una missiva in cui la padrona di casa di Domenica In ha ripercorso la lunga amicizia che la lega alla collega professionista Mediaset. In essa si parla anche del legame Queen Mary e il marito Maurizio Costanzo. Ma andiamo a vedere nello specifico cos’altro ha scritto la moglie dell’ex produttore cinematografico Nicola Carraro.

Le parole al miele per la conduttrice pavese

“Ti voglio bene”, ha esordito Mara Venier nella lettera in questione. Dunque, la professionista veneziana ha ricordato anche come da quando è scoppiata la pandemia di coronavirus ha saputo comunque regalare “sogni” al pubblico. Infatti, nonostante molte trasmissioni televisive hanno chiuso, Maria De Filippi ha continuato ad andare in onda con tutti i suoi format.

Ovvero, da Tu Sì Que Vales a C’è posta per te, passando per Amici e Uomini e Donne. Proprio come ha fatto la conduttrice Rai, che con il suo contenitore Domenica In, non ha mai smesso di andare in onda e far compagnia a milioni di telespettatori.

Mara Venier e il suo rapporto con Maurizio Costanzo

Sempre nella lettera in questione, Mara Venier ha continuato così: “L’altra parola che mi fai venire in mente è: talento”. Dunque, i complimenti a Maurizio Costanzo, che vide nella professionista veneta delle grandi potenzialità.

E ancora, sul legame tra lui e Maria De Filippi, la padrona di casa di Domenica In ha spiegato di conoscere il giornalista romano da prima che sposasse la sua amica pavese. “Invece siete stati fin da subito una coppia bella e straordinaria”, ha sottolineato zia Mara, spiegando come quell’intesa, sia davanti sia davanti I riflettori che nel privato.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!