Jay Pickett di “General Hospital” è morto all’improvviso sul set

Jay Pickett
Jay Pickett

Jay Pickett, stava girando il nuovo film western “Treasure Valley” di Travis Miller

Jay Pickett aveva 60 anni, la celebrità l’aveva avuta grazie alla soap opera “General Hospital”, molto apprezzata dal pubblico americano (ha avuto più spettatori di qualunque soap opera nello stesso orario). General Hospital aveva vinto il Guinnes dei primati come “soap opera più longeva” con ben 57 stagioni; Jay Pickett ha recitato per soli 3 anni, nel ruolo del detective David Harper, ma tanto è bastato perché il pubblico si innamorasse di lui.

In Italia invece non gode di grande fama, la maggior parte dei film e telefilm in cui ha recitato non sono nemmeno mai stati tradotti nel nostro Paese. Ma in America era stato un sex symbol. Nato il 10 Febbraio 1961 a Spokane, provincia di Washington, Jay Pickett stava girando un film di cui era anche autore e produttore. Nel momento del malore l’attore era a cavallo. Tutte le persone sul set hanno cercato di rianimarlo e aiutarlo, ma non c’è stato nulla da fare. Ancora non c’è una conferma ufficiale da parte del team medico, ma si potrebbe trattare di un attacco di cuore.

Jay Pickett lascia una moglie Elena e 3 figli: Michaela, Maegan e Tyler

Era uno sportivo, aveva praticato calcio, basket, sci, baseball. Si teneva in forma e godeva di ottima salute. Il malore l’ha colto all’improvviso e ha devastato la sua famiglia.

Cresciuto nell’Idaho, era stato un buono studente, conseguendo con ottimi voti la laurea in recitazione alla Boise State University. Successivamente conseguì anche un master alla UCLA. Jay Pickett era un attore molto discreto e teneva quanto più possibile, la famiglia lontano dai riflettori. Lavorava sodo e con grande umiltà costruendo un ottimo spirito di squadra. La sua morte si aggiunge a quella di tutti gli attori morti sul set.

La morte sul set più iconica fu quella di Brandon Lee ne “Il Corvo”

Jay Pickett entra nelle storia delle star del cinema morte sul set, tra le quali troneggia Brandon Lee (31 Marzo 1993), figlio del campione di arti marziali Bruce Lee. L’attore era morto sul set del film “Il corvo”, dove interpretava Eric Draven. Aveva solo 28 anni, morì per un colpo di pistola disgraziatamente caricata male a salve.

C’è anche chi morì sul set per attacco cardiaco senza che gli i presenti comprendessero appieno la situazione. È il caso dell’attore Redd Foxx, pseudonimo di John Elroy Sanford, morì l’11 Ottobre 1991 sul set dello show “The Royal Family”. Ebbe un infarto mortale, ma le altre persone presenti sul set pensarono stesse scherzando perché era solito farlo, così non accorsero subito. Attacco cardiaco fulminante.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!