“Ho lavorato in uno strip club e…”: Romina Carrisi, la rivelazione sul suo passato a Los Angeles

Romina Carrisi
Romina Carrisi

Romina Power e il suo passato a Los Angeles

“Ho lavorato in uno strip club”, ha esordito in questo modo Romina Carrisi in una recente intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano. In quella circostanza la quartogenita di Al Bano e Romina Power ha svelato un retroscena del suo passato mentre soggiornava e lavorava a Los Angeles. La ragazza che ora vive a Roma, ha scelto di tentare la carriera di attrice ricalcando così le orme dei nonni Tyrone Power e Linda Christian.

Per tale ragione si è trasferita negli Stati Uniti d’America, dove ha studiato recitazione. E a giovane non sono terminate qui. Infatti, la sorella di Yari e Cristel ha ammesso che proprio in quel periodo ha lavorato anche in un locale di spogliarelli, uno strip club.

La figlia di Al Bano e Romina Power ha lavorato in uno strip club

Intervistata dal portale de Il Fatto Quotidiano, Romina Carrisi ha rivelato anche: “Non mi sono mai sentita una figlia di papà”. La 34enne salentina che ora abita nella Capitale lontana dai suoi genitori, ha voluto vivere un’esperienza davvero particolare, anche se non lo aveva mai svelato prima. Solo ora ha reso noto cosa ha fatto e perché a Los Angeles.

“Volevo vivere una straordinaria normalità. Semplicemente avevo bisogno di provare esperienze nuove, di tuffarmi in un mondo completamente sconosciuto. Ho osservato molto, mi sono divertita, ho fatto incontri assurdi”, ha dichiarato la figlia di Al Bano e Romina Power. In California, per esempio, ha conosciuto numerose star del cinema Hollywoodiano: “Ogni tanto arrivava Quentin Tarantino: gli piaceva una ragazza che somigliava molto ad Uma Thurman”.

Romina Power e le pretese del manager del locale

Sempre per Il Fatto Quotidiano, Romina Carrisi ha rivelato che lei e tutte le altre cameriere erano costrette ogni sera a dare le loro mance al manager dello strip club. “Un tipo stron*issimo: una sera un cliente iraniano s’innamora di me e mi rifila mance da 100 dollari, così correvo in bagno e m’infilavo di nascosto le banconote negli stivali. A fine serata il capo mi disse: ‘Com’è che non hai tirato su manco dieci dollari?’. Io feci la faccia da svampita e me ne andai soddisfatta, con le banconote nello stivale”, ha raccontato la quartogenita della ‘storica coppia’.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!