Fedez lancia la linea di zaini e scatta la polemica: “Si paga pure a rate”, occhio al prezzo

Codacons querela Fedez
Fedez

I Ferragnez lanciano una nuova linea di zainetti

Ebbene sì, Chiara Ferragni è il marito Fedez per l’ennesima volta hanno fatto parlare di loro scatenando una serie di polemiche sui vari social network. Questa volta nel mirino dei detrattori ci è finita la nuova linea di zaini che hanno lanciato i Ferragnez.

Nello specifico, a far arrabbiare il popolo del web è il prezzo del prodotto in questione. Il rapper milanese, che da qualche giorno si trova in vacanza in Costa Smeralda con la moglie e i figli Leone e Vittoria, continua a lavorare. L’ex giudice di X Factor, non solo sta completando la registrazione del suo ultimo CD, ma ha anche pensato di lanciare anche un nuovo prodotto sul mercato. Di tratta di zainetti con il suo nome.

La descrizione del prodotto in questione

A quanto pare, Fedez ha dato vita al progetto il collaborazione con Seven, famoso marchio che opera nel settore di accessori scolastici. “Lo zaino monoscomparto FEDEZ® X SEVEN® è realizzato in tessuto di poliestere riciclato, ricavato da 20 bottiglie in PET da 500 ml ciascuna e garantisce tutti gli standard qualitativi dei nostri materiali. Dentro c’è spazio per tutto quello che ti serve ed è dotato di numerose tasche: per il PC, per il tablet e per la borraccia. Inoltre, grazie allo schienale EVA preformata e agli spallacci imbottiti e traspiranti, risulta comodo da indossare sulle spalle”, si legge sul portale web per comprare questo prodotto.

Polemiche sui social per il prezzo dello zainetto lanciato da Fedez

Fin qui nulla di strano, dato che Fedez è la moglie Chiara Ferragni in questi anni hanno prodotto e venduto svariati prodotti. La rabbia del popolo del web è dovuta al prezzo. Ogni zainetto infatti costa 59,90 euro. Ma è possibile pagarlo in tre rate da 19.97 euro.

E proprio quest’ultimo particolare che ha fatto scatenare gli utenti sui vari social network. “Si pagano pure a rate”, è il commento più scritto dai follower. Arriverà la replica da parte dei diretti interessati? Staremo a vedere nei prossimi giorni.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!