Barbara D’Urso, colpo di scena: “basta televisione “

Barbara D'Urso
Barbara D'Urso

Non è stato un anno semplice per Barbara D’Urso in termini di ascolti. La presentatrice Mediaset, oltre a vedersi togliere Domenica Live e il Live non è la D’Urso si è vista ridurre anche Pomeriggio 5. Infatti, da settembre per la bella napoletana ci saranno numerosi cambiamenti.

Nuovo obiettivo per Barbara D’Urso

Barbara oltre ad essere seguita in televisione ha anche un notevole seguito sui social. La donna, infatti, tiene sempre aggiornato il suo profilo Instagram e proprio pochi giorni fa ha annunciato ai suoi fan una grande notizia.

Nel dettaglio, in uno scatto si è mostrata atletica e più in forma che mai, mentre si appresta a correre. La D’Urso è una sportiva: ama prendersi cura del suo corpo e mantenere la perfetta linea.

La donna ha affermato che è pronta per le prossime olimpiadi:  “Mi alleno per Parigi 2024…”. Insomma, un nuovo obiettivo per la presentatrice che all’età di 63 anni sembra davvero instancabile. Ovviamente, la sua era solo una battuta ma dalle immagini si vede quanto ci tiene al suo corpo e alla bella presenza. 

 

Il successo della conduttrice

Barbara D’Urso ha sempre avuto il sogno di diventare una grande modella ma purtroppo la sua altezza le ha giocato brutti scherzi. Nel 1977 però si è lanciata in tv, dove ha preso parte a numerosi programmi tra cui Goal, e lavorando come valletta accanto a Claudio Lippi.

Negli anni 80, invece ha presentato vari varietà per poi arrivare al cinema. Impossibile, non ricordare La Dottoressa Giò, riproposto dalla rete anche qualche anno fa, ma con discreto successo.  Poi a fine anni novanta un dramma l’ha allontanata dalla televisione: la malattia della mamma.

La signora ha sofferto molto, a causa di un tumore, Il linfoma di Hodgkin.  All’epoca non c’erano ancora cure e per tale ragione la donna ha trascorso gli ultimi mesi di vita attaccata a vari tubi, immobile. “E’ stato un dolore immenso, soprattutto non poterla abbracciare. Mi è mancato quel contatto con lei. Questo buco è difficile da colmare, per questo per me oggi è difficile abbracciare qualcuno, non l’ho superata neanche dopo quindici anni di analisi”. 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!