Parietti stronca la Leotta: “Le donne lampadario al suo party sono uno sfregio. Legga un giornale ogni tanto”

Alba Parietti contro Diletta Leotta

Dopo quanto accaduto dopo Ferragosto, Alba Parietti ha pesantemente attaccato Diletta Leotta. Infatti, in occasione della festa del suo 30esimo ha affittato delle ragazze lampadario.

“È una bravissima professionista e anche lei deve avere il diritto di presentarsi come vuole, nuda o in guêpière: deve essere libera di non mettere un vestito alla sua serietà, ma deve essere lei a metterci la faccia, a prendersi la responsabilità della sua scelta. Si vesta lei da candelabro, si presenti lei in quella dimensione”, ha dichiarato la figlia di Francesco Oppini in un intervento pubblicato su La Stampa.

“Non credo che a nessuna donna possa piacere o sembrare dignitoso, anche se pagata, partecipare a un festa vestita da soprammobile. A meno che sia una rappresentazione artistica. E questa non lo era. Era solo cattivo gusto”, ha continuato la soubrette torinese.

Lo sfogo della soubrette piemontese

Ma lo sfogo di Alba Parietti non è terminato qui. La donna, sempre in un intervento pubblicato su La Stampa, ha detto anche su Diletta Leotta: “In questo momento tragico della Storia, non riesco a non piangere guardando le immagini delle donne afgane, lampi che risvegliano ogni centimetro della coscienza e invitano a spendere ogni parola per rivendicare la libertà delle donne di essere quello che vogliono essere, di amare, crescere e vestirsi come vogliono. Ogni gesto per le donne, ogni rappresentazione delle donne e delle altre donne, non può che essere guidato dal rispetto, da un invito alla dignità, dalla sorellanza”.

Il giudizio su Diletta Leotta

Su Diletta Leotta, Alba Parietti ha detto che è una ragazza bella, giovane e capace. Poi ha ricordato che al Festival di Sanremo aveva ricordato l’importanza di non trattare le donne come oggetti.

“Ed è vero, solo che le cose bisogna capirle oltre che dirle. Apra qualche giornale ogni tanto, accenda la televisione e cerchi di capire come tutti gli altri, ora più che mai, ogni singolo individuo, come canta Fiorella Mannoia, ‘ha la sua parte in questa grande scena’”, ha continuato la madre di Francesco Oppini. Dunque, ha concluso in questo modo: “Un paralume in testa non è nulla di questo. Non fa neanche sorridere. È uno sfregio alle donne”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!