Rosalinda Cannavò insultata sui scocial, lei sbotta: “Ignoranza e frustrazione”

Rosalinda Cannavò
Rosalinda Cannavò

Rosalinda Cannavò vittima di body-shaming

Nelle ultime ore Rosalinda Cannavò è tornata nuovamente a tuonare su Instagram contro tutti coloro che ogni giorno senza alcun motivo valido continuano ad insultarla. Qualche mese fa, all’interno della casa del Grande Fratello Vip 5 la 28enne messinese aveva rivelato delle sue enormi difficoltà per accettare il proprio corpo e i problemi alimentari.

Ovvero prima con l’anoressia e successivamente anche con la bulimia. Dopo tale confessione, l’attrice siciliana è diventata un esempio per tante ragazze che quotidianamente devono affrontare e superare delle difficoltà molto simili alle sue. Andiamo a vedere nel dettaglio cos’altro ha dichiarato l’ex volto della casa produttrice Ares Film.

Gli insulti volgari rivolti all’ex gieffina

A tal proposito, nelle ultime ore Rosalinda Cannavò è sbottata su Instagram perché alcuni utenti continuano ad offenderla gratuitamente per il suo fisico. Per tale ragione l’ex gieffina ha voluto denunciare questo atteggiamento di body-shaming perché si tratta di un vero e proprio reato.

“Orrenda“, “Sei Peppa Pig”, “Hai due gambe che non si possono guardare”, “Ma sei stempiata?”, questi appena scritti sono alcuni dei volgari e offensivi messaggi che l’ex concorrente del Grande Fratello Vip 5 riceve quotidianamente ormai da mesi da parte di alcuni utenti che la contattano solo per insultarla. (Continua dopo le foto)

Storie IG di Rosalinda Cannavò
Storie IG di Rosalinda Cannavò

L’appello social di Rosalinda Cannavò

Dopo averli letti, Rosalinda Cannavò ha rivelato che ormai queste frasi offensive non la toccano più, ma capisce tutti coloro che soffrono tanto per gli insulti ricevuti. “Ho fatto un grande lavoro su me stessa per considerare questi insulti gratuiti ciò che sono: ignoranza e frustrazione, quindi mix deleterio per chi commette quello che oggi è un reato a tutti gli effetti”, ha scritto la fidanzata di Andrea Zenga.

Infine, la 28enne messinese ha voluto fare un appello sul suo seguitissimo account Instagram: “Denunciare subito queste persone, perché, ripeto, è reato e non hanno il diritto di togliervi il sorriso e crearvi un danno psicologico”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!