Shopper personalizzate, come sceglierle per promuovere la propria attività

Le vacanze estive volgono al termine ed i negozi si apprestano a riaprire le saracinesche in vista di una nuova stagione che dovrebbe essere quella della rinascita definitiva, dopo il lungo periodo nero dei lockdown.

I clienti sono diventati sempre più esigenti, tant’è che le diverse aziende hanno avviato politiche “cliente-centriche”. Non necessariamente bisogna spendere cifre folli per avviare strategie di marketing che mettono il cliente al centro del progetto, ma è sufficiente trovare idee semplici ed efficaci. Le shopper personalizzate sono un esempio lampante di come si può avviare una strategia di marketing efficace e vincente senza svenarsi. Analizziamo nei seguenti paragrafi cosa sono le shopper personalizzate e come sceglierle.

Cosa sono le shopper personalizzate?

Le shopper personalizzate sono delle buste caratterizzate da loghi, colori, scritte e slogan capaci di catturare l’attenzione dei passanti. Ognuno può customizzare la busta come vuole e per questo motivo sono strumenti versatili in grado di adattarsi a qualsiasi esigenza: ai negozi di musica, di abbigliamento, di gioielli ecc.

I negozianti possono scegliere il materiale più indicato in base al prodotto commercializzato. Chi vende oggetti leggeri può optare per materiali meno consistenti, mentre chi vende oggetti pesanti dovrebbe virare su materiali più resistenti.

Altro elemento personalizzabile è il manico, da scegliere in base alla forma dell’oggetto. Naturalmente anche le dimensioni e la forma vanno selezionate con attenzione per garantire il massimo comfort a chi porta la busta. Infine i brand possono scegliere i colori e le grafiche, così da brandizzare la busta e rafforzare la “brand identity” dell’azienda.

Le shopper personalizzate possono essere paragonate a dei cartelloni pubblicitari, ma con una differenza sostanziale. I cartelloni pubblicitari restano fermi allo stesso posto e richiedono un investimento economico non indifferente. Le shopper personalizzate, oltre ad essere più economiche, sono pubblicità in continuo movimento. I clienti infatti si trasformano in veicoli mobili di marketing che promuovono l’attività semplicemente girando per le strade della città con la busta in mano.

Idee per customizzare le shopper

Le shopper vanno personalizzate ma secondo determinati criteri ed obiettivi per riuscire ad attirare l’attenzione del pubblico. Chi vuole promuovere offerte speciali farebbe bene a puntare su buste dall’aspetto grafico impattante e riportante in bella vista le percentuali e le date di inizio/fine delle promozioni. Chi invece desidera aumentare la visibilità del proprio brand deve puntare su una grafica accattivante, magari con slogan , immagini d’impatto, numeri e contatti utili in grado di suscitare la curiosità dei potenziali clienti.

Stabiliti gli obiettivi da raggiungere, è sufficiente lasciar andare a briglie sciolte la propria fantasia. Per quanto riguarda il materiale il più gettonato è la carta, soprattutto in periodo di “plastic free” dove la parola d’ordine è ridurre l’inquinamento. Un’azienda attenta a temi diventati centrali nell’opinione pubblica, come il rispetto per l’ambiente, acquisisce punti agli occhi dei clienti. Perciò commercializzare shopper personalizzate in carta è un’ottima strategia di marketing soprattutto in termini di ritorno d’immagine. Occhio alla scelta dei manici: per prodotti leggeri meglio optare per manici a piattina in carta, mentre per i prodotti più pesanti sono preferibili manici ritorti in carta o in tessuto.

Come acquistare online shopper personalizzate

Sul web esistono diversi ecommerce come ad esempio Mister Shopper che si occupano della vendita di shopper personalizzate, che si avvalgono dell’ausilio di grafici professionali per realizzare design dal grande impatto. Bisogna scegliere aziende affidabili che garantiscono pagamenti sicuri, spedizioni veloci con tanto di tracking online ed un servizio di assistenza pronto a fornire supporto per ogni necessità.

Il negoziante può presentare la sua idea oppure chiedere ad un grafico di realizzare un disegno “ex novo”, scegliendo quello che meglio si adatta alla tua tipologia di business per un’immagine vincente dall’effetto “wow” assicurato.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!