Jessica Alves pronta al trapianto di utero: “Se mi nasce femmina la chiamerò Barbara in onore della D’Urso” (FOTO)

Jessica Alves vuole chiamare Barbara una suo futura figlia

Ebbene sì, dopo averlo annunciato pare che Jessica Alves sia pronta al trapianto di utero. Un delicato intervento chirurgico che sarà abbastanza costoso e di cui giornali e portali web brasiliani ne avevano già parlato. A parlarne nel nostro Paese è stata lei stessa rilasciando una lunga intervista Nuovo, il magazine diretto da Riccardo Signoretti.

“Sono pronta al trapianto di utero. Così potrò partorire e stringere tra le braccia un figlio mio. So che si tratta di un intervento molto particolare, ma sogno di vivere l’esperienza della maternità. Ho trovato la forza di cambiare sesso e ora voglio avere la mia famiglia, un marito e un figlio. Questo per me sarà l’ottantesimo intervento chirurgico. L’intervento dura cinque ore e costa 50 mila euro. Mi impianteranno l’utero di una donatrice morta. Spero che mi nasca una femmina, così la chiamerò Barbara, in onore della D’Urso”, ha dichiarato l’ex Ken Umano.

Le varie operazioni per diventare donna

In questi ultimi anni, cioè da quando Rodrigo ha intrapreso un percorso di transizione facendo coming out come donna transgender, Jessica Alves si è rifatta quasi tutto il corpo.

Ovvero il décolleté, ma anche i fianchi, i glutei, le labbra, il naso più volte ed infine un trapianto di capelli ed un processo di femminilizzazione del viso. Ora l’ex Ken Umano è pronta per il trapianto di utero. (Continua dopo il post

L’intervento per il trapianto di utero

Qualche giorno fa sulla seguitissima pagina Instagram SDP Noticias, c’era un articolo che parlava del prossimo intervento chirurgico al quale si sottoporrà la donna sudamericana.

“La presentatrice brasiliana Jessica Alves, conosciuta come “il Ken umano” prima del suo processo di riassegnazione del sesso, è ora alla ricerca di un’operazione insolita: un trapianto di utero. Alves assicura di avere già una data per l’operazione e l’idea è quella di diventare la prima donna trans a rimanere incinta e partorire. Inoltre, ha assicurato che in Brasile ci sono già stati diversi di questi interventi chirurgici, ma sono stati eseguiti in segreto, cosa che non è stata confermata da alcuna autorità. Nel corso della sua vita, Jessica Alves ha subito più di cento interventi chirurgici, prima per imitare gli standard di bellezza di Ken e, una volta riconosciuta come persona trans, per adattarsi alla sua nuova identità”, si legge sul social.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!