Maria Grazia Cucinotta tagliata da un format Rai: “Mi trema la voce, sono esterrefatta, ci sono cascata come una cretina”

Maria Grazia Cucinotta
Maria Grazia Cucinotta

Maria Grazia Cucinotta fatta fuori da un programma di Rai Due

Recentemente Maria Grazia Cucinotta ha svelato un retroscena clamoroso. A quanto pare l’attrice siciliana sarebbe dovuta essere la conduttrice di Missione Beauty, nuovo format in onda su Rai Due, ma alla fine la trasmissione tv è stata affidato all’ex Velina Melissa Satta.

“Questo programma era nato da un’idea del mio parrucchiere Antonio Pruno. Con lui erano anni che dicevamo di fare un talent su parrucchieri e sulla bellezza. Tramite una mia amica che lavora nelle produzioni tv, avevamo contattato Chiara Salvo, che fa la produttrice televisiva e che già conoscevo, e le avevamo affidato di portare avanti il progetto”, ha dichiarato la protagonista de Il Postino.

L’amaro sfogo dell’attrice siciliana

Intervistata dal portale web Davide Maggio, l’attrice Maria Grazia Cucinotta ha poi aggiunto altri dettagli sulla vicenda. “A un certo punto, però, Chiara mi chiama e mi dice che Antonio non aveva abbastanza follower e non era abbastanza influencer perché ormai la gente la calcoliamo in base ai like e poco conta se tu hai 30 anni di carriera e che non era gradito. A quel punto, ho detto: ‘Mi spiace ma io mi tiro indietro‘. Quando lei ha capito che io non avrei mai mollato la presa su Antonio, ha cominciato a tirare in ballo il fatto che ci fosse un problema con un altro mio programma su La7. Ma io non sono stupida e lavoro da 36 anni in questo mondo. La Rai non c’entra assolutamente nulla, lo so per certo. Non è stata la Rai a opporsi. Rai non si sarebbe mai permessa di fare una cosa del genere. Io sono nata con la Rai, lì mi vogliono bene tutti e mi hanno sempre stimata“.

L’amarezza di Maria Grazia Cucinotta

Nonostante l’allontanamento di Maria Grazia Cucinotta e Antonio Pruna il format Missione Beauty andrà regolarmente in onda, dato che quest’ultimi non avevano depositato il progetto. “Noi abbiamo tutte le mail, i messaggi su come è nato il progetto, in tutti i suoi passaggi. Avremmo potuto bloccarlo e far causa ma non lo abbiamo fatto, perché siamo persone perbene e rispettiamo il lavoro di tanti che hanno lavorato a questo progetto. Mi trema la voce, perché ci sono cascata come una cretina. Non ci siamo tutelati, avremmo dovuto depositare il progetto ma ero convinta di lavorare con degli amici“, ha fatto sapere la produttrice siciliana.

Riguardo l’affidamento del programma a Melissa Satta, l’attrice ha detto: “Non mi ha dato fastidio. Anzi, Melissa forse è anche più adatta di me perché più addentro al fashion…“.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!