Jessica, Lulù e Clarissa non sarebbero principesse: il padre è in carcere e sarebbe figlio di un giardiniere (FOTO)

Jessica, Lulù e Clarissa Hailé Selassié
Jessica, Lulù e Clarissa Hailé Selassié

Jessica, Lulù e Clarissa non sono vere principesse

Nelle ultime ore è emerso un particolare choc sulle tre sorelle che da un paio di settimane vivono nella casa del Grande Fratello Vip 6. A quanto pare Jessica, Lulù e Clarissa Hailé Selassié non sarebbero le vere discendenti della stirpe degli Hailé Selassié e quindi non vere principesse.

A rendere noto questo particolare è stato il magazine Oggi. Le tre inquiline del loft più spiato d’Italia, infatti, secondo una prima ricostruzione, sarebbero figlie di Giulio Bissiri. Quest’ultimo sarebbe figlio del giardiniere del palazzo imperiale dell’Imperatore di Etiopia.

Lo scoop del magazine Oggi

Stando a quanto riportato dai giornalisti del periodico diretto da Umberto Brindani, Giulio Bissiri sarebbe stato in grado di farsi modificare i documenti al punto di farsi spacciare come il terzo nella successione imperiale etiope in modo di acquisire il titolo nobiliare.

“Il settimanale Oggi è in grado di rivelare che Giulio è nato effettivamente in Etiopia, figlio di un giardiniere italiano che lavorava nel palazzo imperiale di Hailé Selassié. Il bambino giocava con i nipoti di Hailé Selassié ed era ben voluto dalla famiglia imperiale che lo considerava come uno di loro. Rientrato in Italia, ha vissuto il sogno di recuperare l’immenso tesoro del Negus. Fu così che convinse alcuni discendenti legittimi di Hailé Selassié, ormai poveri in canna che vivevano in vari Paesi, a firmargli una delega e a chiudere un occhio sulla sua affermata discendenza dal duca di Harar, secondogenito dell’imperatore. Riuscendo infine a far modificare i suoi documenti e a farsi passare per il terzo nella successione imperiale etiope”, si legge sul noto magazine. (Continua dopo la foto)

Esclusiva di Oggi
Esclusiva di Oggi

Il padre di Jessica, Lulù e Clarissa sarebbe in prigione

Osservando i documenti, però, il genitore delle gieffine Jessica, Lulù e Clarissa del è Aklile Berhan Makkonnen Hailé Selassié ed ora si troverebbe rinchiuso in una prigione della Svizzera. Il soggetto sarebbe stato arrestato in Lussemburgo la scorsa estate e poi trasferito in Svizzera, dove rimarrà per almeno tre mesi nel carcere di Lugano. Per quale ragione? Un mandato di cattura internazionale per una truffa da ben dieci milioni di franchi.

“Oggi rivela che le tre “principesse etiopi” non sono in realtà principesse, cioè discendenti dal Negus Heilé Selassié, e che il loro padre, Aklile Berhan Makonnen Hailé Selassié, è stato arrestato in Lussemburgo a giugno ed estradato da alcune settimane in Svizzera, dove sarà trattenuto almeno tre mesi nel carcere di Lugano. Nel mandato di cattura internazionale emesso il 5 marzo scorso dalle autorità elvetiche per una truffa da 10 milioni di franchi, al chilometrico nome del “discendente” del Negus c’è una curiosa aggiunta, quella di “Giulio Bissiri”, si legge sulla rivista diretta da Brindani.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!