Pubblicità dinamiche – Le preferite dagli imprenditori italiani

Nelle strade italiane, specialmente nei centri urbani molto affollati, stanno comparendo numerose installazioni di ledwall, ovvero maxi schermo a led conosciuti per la loro imponenza e validità dal punto di vista pubblicitario.

Cosa sono i ledwall e come sono fatti?

Sarà capitato a tutti almeno una volta nella vita di ritrovarsi davanti ad un maxi schermo led, posto sulla facciata di un palazzo o sul tetto di un edificio collocato in una zona molto trafficata della città. Questi dispositivi vengono chiamati appunto ledwall e possono servire per molteplici scopi: pubblicitari, d’intrattenimento o informativi.

Chi è interessato a questa tipologia di prodotto avrà sentito parlare sicuramente di Macropix azienda produttrice di schermi a led, tra i più grandi fornitori di queste tecnologie. La scelta del venditore/noleggiatore di ledwall è importantissima, in quanto dalla sua professionalità e serietà dipende la riuscita di tutto il progetto pubblicitario.

Un ledwall presenta una struttura abbastanza complessa, formata da molteplici cabinet, ovvero mattonelle led, che unite creano uno schermo molto grande e visibile a notevoli distanze. La diffusione di immagini attraverso i vari led è pilotata attraverso un software installato su pc, capace di diffondere il palinsesto desiderato, scegliendo ora, velocità e modalità desiderata. La comunicazione tra pc e schermo può avvenire tramite cavo ethernet, wi-fi o tramite connessione remota direttamente dal computer collocato all’interno del ledwall.

Quali sono i punti di forza di un ledwall?

Solitamente i ledwall vengono scelti per:

  • Fini pubblicitari, ovvero per vendere un bene o un servizio, diffondendo immagini dinamiche o statiche che invogliano il potenziale cliente ad interessarsi all’acquisto.
  • Fini informativi, spesso da parte di gestioni comunali che hanno interesse a comunicare in maniera veloce, tempestiva e immediata ai propri cittadini delle notizie utili circa la viabilità, comunicati da parte della protezione civile e molto altro.
  • Fini d’intrattenimento, durante sagre e fiere. I ledwall infatti vengono spesso noleggiati in occasioni ricreative, dove i partecipanti necessitano di divertirsi e sentirsi intrattenuti.
  • Fini sportivi, durante gare e competizioni di vario genere, per segnalare il punteggio ottenuto dalle squadre o comunicare la fine dei match.

Acquisto e noleggio ledwall

L’acquisto di un ledwall è sicuramente più oneroso rispetto al suo noleggio, a meno che quest’ultimo non sia molto prolungato. Stabilire il prezzo di un maxi schermo non è facile, in quanto varia da meno di 900 euro al metro quadro fino a più di 2500 euro. La variabilità del costo dipende dal passo richiesto, cioè dalla capacità dello schermo di essere visibile o meno a notevole distanza e soprattutto se si necessita di un prodotto indoor o outdoor. Ovviamente anche le dimensioni contano, più è grande il ledwall e più led saranno necessari per creare il suo schermo. L’acquisto di un ledwall quindi conviene nel momento in cui viene sfruttato per molto tempo, altrimenti è consigliato il noleggio, come per esempio in occasione di eventi temporanei e brevi come ritrovi radiofonici, televisivi, partite sportive, show di moda e concerti musicali.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!