"Il vestito di Marlene" unisce le musiche dei Marlene Kuntz alla danza della Mvula Sungany Company.

Da Firenze a Roma, da Forlì a Vignola, Il vestito di Marlene sta emozionando e impressionando tutta Italia. I Marlene Kuntz e la Mvula Sungani Company uniscono le loro forze e le loro qualità in uno spettacolo che sta facendo il giro della penisola, incantando e stupendo tutti gli amanti della musica e della danza.

I Marlene Kuntz, storica band del rock alternativo italiano, offrono la loro musica graffiante e incisiva alla creatività di Mvula Sungani, celebre coreografo italo-africano e all’abilità del suo corpo di ballo, in primis la splendida Emanuela Bianchini.

I tre membri del gruppo, Cristiano Godano, Riccardo Tesio e Luca Bergia, forniscono dal vivo la linfa vitale alle coreografie della Mvula Sungani Company, effettuando una perfetta fusione fra musica e danza. Le note dei Marlene Kuntz sembrano infatti prendere vita nei corpi dei ballerini. Il corpo femminile viene posto al centro di questa perfetta simbiosi fra physical dance e rock, esprimendo al meglio il significato dei più grandi successi dei Marlene Kuntz.

"Il vestito di Marlene" propone una fusione perfetta di musica e danza.
“Il vestito di Marlene” propone una fusione perfetta di musica e danza.

Da Fingendo la poesia ad Ape Regina, da Musa a La canzone che scrivo per te, il significato e l’essenza stessa del famoso gruppo italiano trovano concretizzazione nei movimenti e nelle espressioni del corpo di ballo, che completano e arricchiscono la poesia dei Marlene Kuntz.

Insomma, una perfetta sinergia che colpisce lo spettatore già dal primo istante, mostrando il potenziale espressivo di ogni singola nota e di ogni singolo riverbero, dimostrando come ogni elemento di una canzone abbia un preciso significato, che può essere tradotto e interpretato materialmente dal corpo umano.

Già dall’apertura del sipario salta all’occhio la scenografia, architettata in modo da poter individuare i singoli membri dello spettacolo e, al tempo stesso, inserirli in un contesto continuo e unico. La disposizione degli oggetti di scena e l’organizzazione delle luci permettono alla band e al corpo di ballo di essere in continua relazione gli uni con gli altri.

"Il vestito di Marlene" unisce tutti gli elementi dello spettacolo in un contesto unico.
“Il vestito di Marlene” unisce tutti gli elementi dello spettacolo in un contesto unico.

La maestria delle coreografie è unica e innovativa in questo settore: i ballerini non danzano sulle musiche, ma con esse, diventano il quarto elemento dei Marlene Kuntz, come se loro stessi fossero uno strumento musicale, parte inscindibile della band.

Il vestito di Marlene si configura quindi come uno spettacolo unico che mira a mostrare al pubblico non solo delle canzoni o delle coreografie ma un vero e proprio micro-cosmo in cui ogni elemento è protagonista e strumento al tempo stesso.

"Il vestito di Marlene" offre una perfetta sinergia fra la musica dei Marlene Kuntz e la danza della Mvula Sungani Company.
“Il vestito di Marlene” offre una perfetta sinergia fra la musica dei Marlene Kuntz e la danza della Mvula Sungani Company.
Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!