Mercati finanziari: come investire oggi, tra inflazione e guerra in Ucraina?

Quello odierno rappresenta sicuramente un periodo complesso per gli investitori che spesso si domandano quale sia il modo giusto per orientarsi, tra le dinamiche innescate dalla guerra in Ucraina e dall’inflazione che sta interessando Stati Uniti ed Europa. Gli analisti sottolineano spesso che qualsiasi periodo, anche quello apparentemente più complicato, può rappresentare un punto di crescita per alcuni asset strategici. Gli investitori hanno quindi la necessità di individuare dei settori potenzialmente validi e al tempo stesso di salvaguardare il proprio portafoglio con alcune accortezze fondamentali.

Per investire in modo produttivo oggi più che mai è importante avere una buona pianificazione che sia a sua volta basata su una propensione al rischio non troppo elevata (a meno che un atteggiamento poco prudente non venga assunto volontariamente e in modo completamente consapevole). Per prima cosa è fondamentale scegliere molto bene gli strumenti utilizzati per investire. Le piattaforme dei migliori broker per il trading online offrono dei vantaggi importanti al riguardo, in quanto consentono di ottenere un grado di sicurezza molto elevato e al tempo stesso anche di contenere i costi di gestione di un portafoglio d’investimento.

Scegliere bene le proprie mosse

Per investire in questo particolare momento è importante scegliere le strategie giuste per sfruttare al meglio le opportunità che i mercati di oggi offrono, monitorando con attenzione l’andamento dei diversi asset. Inoltre, è fondamentale affidarsi broker di riferimento che permettono di iscriversi gratuitamente alle proprie piattaforme e di utilizzare diverse funzionalità avanzate che possono risultare molto utili. L’elaborazione di una buona strategia dovrebbe partire sempre da due valori di grande importanza: il capitale a disposizione e il rendimento che una persona vorrebbe provare ad ottenere in un ragionevole lasso di tempo. La valutazione di questi aspetti permette di capire quali possono essere gli asset più adatti per investire.

Questi devono essere poi sempre accuratamente soppesati con i rischi, perché ovviamente un investimento con un potenziale rendimento alto corrisponde generalmente anche ad un potenziale rischio. Per questo motivo è sempre utile integrare nella propria strategia alcuni comportamenti per tutelare il proprio budget, come ad esempio:

  • Buon grado di diversificazione.
  • Utilizzo dello stop loss.
  • Lettura dei trend.
  • Uso dell’analisi tecnica.
  • Lettura di news di economia.

Anche in questa fase particolarmente complessa è quindi molto importante elaborare una strategia che abbia un buon rapporto tra rendimento potenziale ed esposizione al rischio. Una buona diversificazione permette di includere nel proprio portafoglio sia dei titoli appartenenti a dei colossi che possono dare maggiore stabilità, e al tempo stesso offrire delle potenzialità di crescita nel lungo termine, sia degli asset che hanno un grado di rischio maggiore, come ad esempio le azioni di società giovani ed emergenti.

Adottare una strategia bilanciata

Una buona strategia d’investimento prevede sempre un portafoglio ben bilanciato. Una buona parte di questo dovrebbe essere ancorato a titoli che possiedono una maggiore stabilità e che negli ultimi anni si sono contraddistinti per la propria solidità, come ad esempio Amazon, Google, Apple, Microsoft, Intel e altri colossi di questo calibro. Una strategia d’investimento ben bilanciata prevede che a titoli di questo genere venga riservato il 40/50% del budget.

Un’ulteriore fetta del 35/40% del budget può invece essere riservata ad aziende solide ma al tempo stesso meno note, che appartengono forse a settori emergenti e dalle grandi potenzialità. Ne sono un esempio quelli legati alle nanotecnologie applicate in ambito medico e i titoli appartenenti ad aziende che operano nel campo delle risorse energetiche cosiddette alternative. Infine un 10/15% del budget può essere riservato anche a settori emergenti e ancora poco conosciuti che inevitabilmente presentano buone potenzialità ma anche un grado di rischio più elevato.

In conclusione al giorno d’oggi, con un quadro macroeconomico non dei più semplici, è molto importante investire in maniera oculata, senza sottovalutare mai i rischi e adottando anche una strategia bilanciata. La ripartizione del budget d’investimento è molto importante, in quanto può influire in maniera significativa sui risultati ottenuti nel lungo periodo. In questo modo infatti ogni posizione che dovesse rivelarsi “in perdita” potrebbe essere compensata da altre “in attivo”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!