Eurovision Song Contest, quali sono i brani che si sono fatti più apprezzare

Ormai è diventato uno degli eventi musicali più importanti in tutto il mondo. Un appuntamento a cui tanti artisti mirano e che almeno una volta nella vita è giusto godersi al massimo da protagonisti. Stiamo facendo riferimento all’Eurovision Song Contest, il festival della musica internazionale.

Un evento da record che si svolge dal 1956

Si tratta di un evento ricco di emozioni e di colpi di scena, in cui non mancano anche, a volte, i condizionamenti politica, ma in fin dei conti, lascia parlare la musica, ovvero la passione di tantissime persone. A dispetto di quello che si potrebbe pensare, l’Eurovision ha delle radici molto più lontane di quello che si potrebbe pensare. Sì, dal momento che la prima edizione si è svolta nel 1956. Ed è proprio grazie a questa longevità che ha messo in cascina un record molto importante, ovvero quello di concorso musicale televisivo che dura da più anni in tutto il mondo.

Al momento, sono ben 52 i Paesi che prendono parte a questa manifestazione, che si è trasformata in un super contest, in cui chi vince si porta a casa l’ambitissimo titolo di campione dell’Eurovision Song Contest. Non ci sono solamente nazioni a noi molto vicine geograficamente, come Francia, Regno Unito, Spagna e Germania, ma anche Australia, Kazakistan e chi più ne ha più ne metta. Non può mancare anche uno Stato molto piccolo come San Marino, rappresentato nell’edizione 2022 da Achille Lauro che, per la delusione di chi ama puntare su eventi del genere sui casinò online, non è riuscito ad arrivare alla fase finale.

Le canzoni con il miglior risultato nei singoli Paesi

Proviamo a dare uno sguardo alle migliori canzoni che sono lanciate all’Eurovision Song Contest, in base alla recentissima ricerca che è stata pubblicata sul blog L’insider. Tale indagine ha voluto prendere in considerazione le migliori canzoni dell’Eurovision per ogni Paese, formando una graduatoria in base alla percentuale dei punti massimi possibili che sono stati ricevuti dalla canzone.

La hit dell’Eurovision che è riuscita ad ottenere il record di vendite nel Regno Unito è “Save Your Kisses for Me” dei “Brotherhood of Man”. Si tratta di un titolo che è stato lanciato nel 1976 e ha ottenuto un’ottima percentuale di punti rispetto al limite massimo, pari all’80.4%.

C’è una canzone che ha ottenuto una percentuale leggermente inferiore, ma che è stata la sola dell’Eurovision a classificarsi in cima alla classifica dei singoli più venduti in ogni nazione in cui è stata lanciata. Stiamo parlando di “Ein Bisschen Frieden”, di Nicole. Un titolo tedesco che risale al 1982 e che ha ottenuto una percentuale del 78.9%.

Il più importante successo italiano che è stato proposto anche all’Eurovision Song Contest risponde a una delle performance migliori di una delle più brave e complete artiste italiane. Stiamo facendo riferimento a Gigliola Cinquetti, con il suo pazzesco successo “Non ho l’età”, che è rimasto in testa alle classifiche delle Filippine addirittura per dodici settimane di fila nel corso del 1964.

Molto più recente, invece, la canzone spagnola che ha trovato il maggior successo grazie all’Eurovision Song Contest. Il gruppo è quello dei Mocedades e il brano, che risale al 2015, si intitola “Eres tu”. I Mocedades, per chi non lo sapesse, sono riusciti ad affermarsi come uno dei primi cinque gruppi spagnoli a finire nella top 10 degli Usa. Sempre nel nuovo millennio è stato lanciato il brano “Fairytale”, di Alexander Rybak. Si tratta del titolo norvegese di maggior successo di tutti i tempi proveniente dall’Eurovision. Fairytale, per chi non lo sapesse, è una canzone realizzata prendendo come fonte di ispirazione una delle creature scandinave più leggendarie, ovvero Hulder, il cui senso è quello di maledire l’umanità in una sorta di ciclo infinito.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Sabrina Boni: Sono una ragazza qualsiasi, per hobby scrivo, a volte bene a volte meno bene, a voi il giudizio. Sono per indole abituata a dire ciò che penso, questo a volte mi rende antipatica ad alcuni, ma come si sa la verità a volte fa male....