LoveMe, dietro le quinte il caos: E’ arrivata la Polizia

love me

Durante il concerto si sono registrati diversi malori. Inoltre risultano indagate due persone che sono state portate in Questura

E’ stato un grande successo il concerto di Fedez e J-Ak. I due artisti infatti dopo anni di silenzio e lontananza hanno messo fine ai loro diverbi dandone modo con un evento chiamato LoveMe che ha registrato il botto. A Milano a Piazza Duomo si sono presentati più di 20 mila persone. Ma cosa è accaduto? Perchè è intervenuta la polizia?

love mi concerto

LoveMe: cosa è accaduto durante il concertone

Stando a quanto ha comunicato questa mattina la Questura di Milano, pare che durante il concerto che ricordiamo ha vista una quantità esagerata di persone, circa 190 sono finite in ospedale. La causa principale di tanti malori il caldo.

Le alte temperature accompagnate dalla forte afa di questi giorni hanno fatto si che tutto diventasse più complicato per le persone presenti. Per la serata si attendeva, almeno secondo le previsioni meteo un pò di pioggia che purtroppo non è arrivata.

Fortunatamente nessuno ha avuto gravi conseguenze. Inoltre, la Questura ha anche fatto sapere che la Polizia, impegnata a mantenere la sicurezza ha controllato più di 200 persone, fermandone sei . Due di queste ora sono indagate: una per atti osceni in presenza di minori e l’altra per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

LoveMe un vero successo

Per chi non lo sapesse LoveMi è stato pensato e voluto fortemente da Fedez. Il concerto organizzato dal marito della Ferragni è stato un evento gratuito, di conseguenza le 20mila persone presenti nessuno ha dovuto acquistare il biglietto.

L’evento ha avuto il fine di raccogliere fondi, grazie al numero solidale 45595. Il denaro ricevuto è stato destinato a Tog- Togheter To Go, l’organizzazione no profit che si occupa di patologie neurologiche complesse.

Con questo concerto, inoltre, Fedez e J-Ak hanno messo fine anche ai loro dissapori. Dopo tante collaborazioni musicali i due si erano allontanati per strani motivi. Infatti, ad oggi nessuna sa ancora quale sia la verità. l’importante adesso è che è tutto passato.

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Antonio Alvino: Salve a tutti mi chiamo Antonio e vivo in provincia di Salerno. Seguo con piacere il gossip e i programmi televisivi. Spero di poter trasformare questa passione in un lavoro.