Da Jean-Luc Godard a Stanley Kubrick: Sofia Coppola nomina i suoi 10 film preferiti di tutti i tempi

Sofia Coppola

Sofia Coppola , figlia dei registi Eleanor e Francis Ford Coppola, è nata subito nel mondo del cinema. È cresciuta nello straordinario regno del cinema d’élite e da allora non l’ha mai veramente lasciata.

Circondata dalle grandi luci di Hollywood e dalle telecamere a rotazione, Coppola ha iniziato la sua vita nel cinema da attrice bambina sotto i riflettori più luminosi. Mentre il suo lavoro di recitazione è probabilmente ricordato soprattutto per la sua apparizione in  Il Padrino  nei panni del neonato Michael Francis Rizzi durante la scena del battesimo, Coppola sarebbe apparsa in ogni film della trilogia in un modo o nell’altro.

Tuttavia, la recitazione non era una posizione naturale per Coppola e desiderava un altro senso di evasione creativa. Crescendo, è diventata più influenzata dall’atto del cinema, preferendo lavorare dietro la macchina da presa che davanti ad essa. Il primo cortometraggio di Coppola, Lick the Star , ha ricevuto recensioni popolari dopo la sua uscita nel 1998, ed è stato subito seguito dal suo film seminale, The Virgin Suicides , il primo lungometraggio di Coppola, che è stato accolto ancora una volta con il plauso della critica ed è ancora considerato con affetto fino ad oggi.

Con lo slancio dalla sua parte, il secondo lungometraggio di Coppola,  Lost in Translation , con Bill Murray e Scarlett Johansen, l’ha portata alla fama internazionale e al plauso della critica. Coppola ha vinto l’Oscar per la sceneggiatura originale e tre Golden Globe, tra cui il miglior film commedia o musical. Fu un momento fondamentale nella sua illustre carriera.

Coppola si trova in un territorio insolito come regista acclamata, uno che l’ha costretta a spingere per una voce unica e solitaria mentre ha il peso della pressione del successo passato della sua famiglia che le grava saldamente sulle spalle. Con un forte amore per il cinema indipendente, Coppola ha tratto ispirazione da un’ampia fonte di immagini cinematografiche.

Quando le è stato chiesto di citarne solo alcuni, ha detto: “Adoro il fatto che sia un film d’arte sugli adolescenti”, in un’intervista con Rotten Tomatoes sul lavoro di suo padre. “Adoro il modo in cui è girato: adoro quei vecchi obiettivi, quegli obiettivi Zeiss; hanno una sensazione più morbida. Roman [Coppola, suo fratello] e io siamo solo sentimentali riguardo al cinema”.

Altrove, Coppola ha fatto riferimento a artisti del calibro di Jean-Luc Godard, Stanley Kubrick, Tomas Alfredson e altri come registi che hanno contribuito a plasmare la sua visione creativa. È uno degli elenchi di film preferiti più impressionanti e, forse più importante, completamente guardabili che abbiamo incontrato. Parlando di Lolita, Coppola ha detto: “Adoro Kubrick. Adoro il modo in cui ha messo insieme quel film, il modo in cui è stato girato. Solo alcune delle riprese che ha fatto lì, come la retromarcia nel finestrino dell’auto con il mostro”.

Sia che tu voglia immergerti nella pura arte del film o semplicemente guardare un grande film, Coppola ti copre con un elenco essenziale dei suoi film preferiti.

Vedi l’elenco completo, di seguito.

I 10 film preferiti di Sofia Coppola:

  • Rumble Fish (Francis Ford Coppola, 1983)
  • Breathless (Senza fiato) (Jean-Luc Godard, 1960)
  • Sixteen Candles (Sedici candele)  (John Hughes, 1984)
  • Lolita (Stanley Kubrick, 1962)
  • The Last Picture Show (Peter Bogdanovich, 1971)
  • Tootsie (Sydney Pollack, 1982)
  • Chris Rock: Mai spaventato (Joel Gallen, 2004)
  • Heartbreak Kid (Elaine May, 1972)
  • Let The Right One In (Lascia entrare quello giusto) (Tomas Alfredson, 2008)

Discutendo di Breathless , l’ormai iconico film del pioniere della New Wave francese Jean-Luc Godard, Coppola ha commentato: “La versione Godard. [ Sulle somiglianze tra i tagli di salto con l’auto in movimento in  Somewhere:] Immagino di aver attraversato tutta quella cosa della New Wave… proveniente da un documentario.