Home Spettacolo Selvaggia Roma contro le adozioni gay, Tommaso Zorzi scatena il panico: volano gravi insulti

Selvaggia Roma contro le adozioni gay, Tommaso Zorzi scatena il panico: volano gravi insulti

0
Selvaggia Roma contro le adozioni gay, Tommaso Zorzi scatena il panico: volano gravi insulti

Selvaggia Roma si è resa protagonista di alcuni commenti che hanno generato un bel po’ di sgomento in merito al tema delle adozioni gay. Sulla questione si è sentito molto toccato Tommaso Zorzi, che non ha potuto fare a meno di intervenire.

I due, così, hanno cominciato a lanciarsi una serie di velenose frecciatine sui social senza mai esplicitare pubblicamente i loro nomi. Ad un certo punto, però, la situazione è degenerata e la Roma è stata inondata di insulti molto pesanti.

Le dichiarazioni di Selvaggia Roma sulle adozioni gay

I social sono un grande mezzo di comunicazione, ma in certe occasioni possono rivelarsi anche un’arma a doppio taglio. Questo è proprio quello che è accaduto a Selvaggia Roma che, in men che non si dica, si è inimicata una fetta importante di persone, compreso Tommaso Zorzi. Tutto è cominciato nel momento in cui la ragazza ha espresso la sua opinione sulle adozioni gay. A tal proposito, ha dichiarato di essere contraria.

Nello specifico, non è d’accordo al fatto che un bambino debba essere posto dinanzi la condizione di avere due papà o due mamme. Ogni bimbo, infatti, dovrebbe crescere con un padre e una madre e, solo una volta diventato grande, dovrebbe scegliere se continuare a procreare, oppure se fermarsi e amare persone del suo stesso sesso. Queste parole hanno sollevato parecchio l’opinione pubblica.

La replica di Tommaso Zorzi e gli insulti

Tra coloro i quali non hanno digerito queste affermazioni c’è anche Tommaso Zorzi, che ha replicato a tono a Selvaggia Roma. L’influencer ha detto di andare fuori di testa quando sente che i bambini stiano meglio con una madre e un padre e che una coppia gay non sia in grado di donare lo stesso amore. Se una coppia gay decide di spendere centinaia di migliaia di euro e di fare una trafila burocratica lunghissima è perché quel bimbo lo vuole con tutto il cuore.

Dichiarazioni come quelle di Selvaggia, dunque, riportano ad un mondo retrogrado nel quale, purtroppo, pare si stia piombando. Se i due hanno mantenuto un certo contegno durante lo scontro, lo stesso non può dirsi per altre persone. Alcuni utenti, infatti, hanno attaccato pesantemente Selvaggia accusandola di essere una persona “invalida” e destinata alla 104. Non sono mancati insulti di ogni tipo e anche minacce piuttosto aggressive.