Panico al GFVip, Cristina Quaranta perde i sensi e sviene: “Tiratela su, oddio….”

cristina quaranta
malore

Attimi di panico e paura nella casa del Grande Fratello Vip

Circa due ore fa Cristina Quaranta è stata colta da un malore improvviso e ha perso i sensi. Tutto è accaduto mentre alcuni inquilini della casa chiacchieravano seduti e tranquilli mentre lei era dall’altra parte del salotto. All’improvviso si sono sentite delle urla, dove alcune concorrenti chiedevano aiuto e l’intervento tempestivo del GFVip.

Cristina Quaranta perde i sensi e cade al suolo

Il video è circolato in rete, in quanto le telecamere erano puntate su Eleonore e Antonella intente a fare una chiacchierata in cucina. La loro tranquillità è stata interrotta da delle urla dove alcune concorrenti chiedevano “aiuto, aiuto, aiuto, chiedendo anche l’intervento del Grande Fratello.

Sentendo gridare la Ferruzzi e la Fiordelisi si sono subito dirette verso l’altra stanza e purtroppo si è vista Cristina Quaranta a terra priva di sensi. Al momento non è dato sapere cosa sia successo alla giovane ma di sicuro si è trattato di un malore.

Dopo questa breve clip le telecamere si sono subito spostate e Cristina è stata portata in infermeria e ancora adesso si sta sottoponendo ai dovuti controlli. Ecco il Video

Scatta la censura dopo quanto accaduto al Grande Fratello Vip

Dopo l’accaduto, la regia ha preferito cambiare inquadratura e togliere l’audio. Tutti i concorrenti sono monitorati h 24 e per questo motivo non c’è ragione di preoccuparsi. Inoltre, Cristina come già detto in precedenza è stata subito soccorsa e aiutata dai medici. Inutile, dire però lo spavento dei ragazzi che all’improvviso l’hanno vista a terra priva di sensi, come del resto anche gli spettatori.

Ora, bisognerà capire a cosa è stato dovuto questo malessere. Di sicuro coloro che già saranno stati avvisati sono i suoi genitori. Si attendono al momento altri aggiornamenti sul caso. Nella casa, per ora il clima pare si sia calmato e rasserenato.

Per tutte le altre news ed anticipazioni continuate a seguirci su kontrokultura