Maurizio Costanzo, guai seri con la Giustizia: condannato ad un anno di reclusione

Maurizio Costanzo
Maurizio Costanzo

E’ arrivata una bella batosta per il marito di Maria De Filippi. Il giornalista e conduttore ha dei seri guai con la Giustizia, motivo per cui è arrivata la condanna. L’84enne il 20 aprile del 2017 avrebbe commentato in tv in maniera sarcastica la vicenda di Gessica Notaro, la donna sfregiata con l’acido dall’ex Edison Tavares il 10 gennaio dello stesso anno.

In quella occasione, Maurizio Costanzo se le presa con il giudice per le indagini preliminari di Rimini, Vinicio Cantarini, che aveva disposto per l’uomo il divieto di avvicinamento alla donna invece degli arresti domiciliari, come deciso dalla Procura. Ma andiamo a vedere insieme i dettagli

Maurizio Costanzo condannato per diffida: la sentenza

All’epoca dei fatti, Maurizio Costanzo ha commentato come già detto in precedenza in maniera molto sarcastica l’accaduto. Ecco quali erano state le considerazioni del conduttore pronunciate nel suo Maurizio Costanzo Show alla presenza della vittima.

Complimenti a questo gip, vogliamo dire il nome del gip che ha fatto questo? Diamo il nome. Io mi voglio complimentare col gip. Dico al Csm, al Consiglio Superiore della Magistratura: fate i complimenti da parte mia a questo gip che ha deciso questo”.

Ovviamente gli avvocati del giornalista hanno subito precisato che da parte di Maurizio non c’era nessuna volontà di voler diffamare ma si è trattata semplicemente di una sua opinione. Intanto, l’accusa, ovvero il giudice che ha preso in carico la questione, ha deciso in maniera diversa. Costanzo è stato condannato a un anno di reclusione, con la sospensione della pena subordinata al pagamento di 40 mila euro.

La condanna scatena il web: Jessica Notaro risponde

Una decisione quella della giudice dell’accusa che per molti sembra essere davvero ridicola e al quanto esagerata. D’altro canto anche Jessica Notaro pare abbia espresso tutta la sua solidarietà al miro della De Filippi che fin dal primo istante si è schierato dalla sua parte.

Anche lei avvocato, durante le sue partecipazioni televisive ha raccontato di essere stata spesso minacciata di morte dagli stessi stolker delle donne che stava cercando di aiutare, aggiungendo tuttavia di non avere alcuna intenzione di arrendersi. Insomma, al momento possiamo solo dare tanta solidarietà ad entrambi.