Amici 22, arriva finalmente la verità sulla notte di Capodanno: Tutti i dettagli spiegati da Dagospia

amici tommy

Cosa è accaduto realmente la notte di Capodanno nella casetta di Amici? Questa è la domanda che tutti si stanno facendo da circa due settimana. Pochi giorni fa è andata in onda la puntata dove i ragazzi sono stati eliminati e tutta la furia dei professori e della stessa Maria De Filippi.

Si è subito parlato di noce moscata sniffata ma fino a questo momento nessuno ha confermato tale tesi. Inoltre, sia Valeria che Tommy pare abbiano smentito questa versione e quindi nessuno ha capito cosa realmente è accaduto. Ora a parlare è Daspoia che ha metto per iscritto la versione dei fatti.

Amici 22: cosa è accaduto il 31 dicembre?

In questi giorni numerose sono state le teorie e le ipotesi su quello che è accaduto nella casa ad Amici la notte di Capodanno. Quel che è certo e che i ragazzi hanno violato il regolamento facendo qualcosa di davvero grave agli occhi di tutti.

Ad oggi però non sono stati forniti video, messaggi o altro ma solo punizioni severe e come detto in precedenza molte ipotesi. Quella più credibile è la noce moscata che i ragazzi avrebbero sniffato la notte del 31 dicembre. Si è saputo che tale spezia può portare effetti allucinogeni come alcuni stupefacenti e anche effetti collaterali.

Capodanno Gate: Dagospia rivela tutta la verità

Tutte queste ipotesi pare siano state smentite sia dagli allievi ma anche dai parenti degli stessi che stanno provando a difendere i loro familiari. Ma a svelare cosa è successo il 31 dicembre nella casetta di Amici è Dagospia. La produzione non ha svelato cosa è accaduto , sul web ha preso piede la teoria della noce moscata, una spezia che se usata in dosi eccessive può causare allucinazioni, febbre e vomito e non solo.

Il noto giornalista conferma tale versione dei fatti aggiungendo però che i ragazzi sarebbero arrivati a questo punto dopo una ricerca su youtube. Gli allievi avrebbero cercato in rete come sballarsi in maniera artigianale. La prduzione ha scoperto il tutto e ha scelto di non pubblicare il filmato per due motivo. Da una parte la volontà di proteggere i ragazzi e dall’altra invece evitare il rischio di emulazione.