Mara Venier, grave sfregio alla Lollobrigida: Domenica in travolto da critiche e proteste

domenica in

Anche oggi 22 gennaio è andata in onda una nuova puntata di Domenica In. Il programma condotto da Mara Venier ha visto ancora una volta tanti ospiti e possiamo dire anche polemiche.

La conduttrice ha deciso di invitare a pochi giorni dalla morte di Gina Lollobrigida, Andrea Piazzola, ex factorum dell’attrice. L’ospitata dell’uomo ha causato però un vero e proprio putiferio sui social e in tanti si sono schierati contro Mara e la stesse rete pubblica. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa è successo.

Domenica In, Mara nel mirino per l’invito di Andrea Piazzola

Andrea Piazzola come in molti sapranno è stato l’avvocato di Gina Lollobrigida dal 2009 al 2012. Da quest’anno come lui stesso ha raccontato per lui e per la stessa attrice è iniziato l’inferno. L’uomo ha parlato subito del difficile rapporto che aveva Gina con suo figlio Milko.

“Purtroppo loro non devono avere avuto un rapporto facile. Milko non aveva la mamma tutta per lui, essendo Gina così famosa. Questo deve avergli causato problemi. Gina era una donna molto forte, dava il massimo e voleva il massimo. Non sono riusciti mai a ‘prendersi’, prima ancora che arrivassi io”

Ma non è finita qui, perché poi Piazzola ha lanciato anche pesanti accuse alla Magistratura. In questo caso, Mara lo ha invitato ad assumersi tutta la responsabilità di quello che stava dicendo.

Le accuse alla Magistratura e la furia del popolo web

Andrea Piazzola ha continuato il suo racconto lanciando pesanti accuse, dove sicuramente avranno un seguito…  Ha dichiarato che c’è una parte di giustizia per bene e un’altra che fa acqua da tutte le parti Come si può togliere a una persona che sta bene un avvocato? E come avvocato le è stato imposto il compagno dell’associata dello studio che difendeva Milko, Dimitri e Rigau, che a sua volta nomina come consulente lo stesso consulente di Rigau. Gina con tutte le forze ha provato a fare ricorsi, una sorta di lotta contro i mulini a vento”.

Insomma, quella che forse doveva essere semplicemente un’intervista fatta ad una persona che è sempre stata accanto di Gina Lollobrigida è finita nel diventare una sorte di processo che ai fan del programma non è andato giù. Il web si è schierato contro la rete pubblica ma anche contro la Venier precisando che non era ne il momento e ne il caso di far parlare Piazzola.

Ecco alcuni dei commenti al veleno da parte degli utenti:  “Il più bel regalo per Gina Lollobrigida sarebbe stato ricordarla per ciò che è stata, non per il gossip e le vicende giudiziarie degli ultimi anni”; “Questo attacco al figlio e al nipote nei giorni di lutto è vergognoso”; “I processi si fanno nelle aule giudiziarie. La tv non è una succursale”;