Il GF Vip ancora a rischio, interviene il Codacons: “Vergogna nazionale!”

Nonostante l’intervento di Pier Silvio Berlusconi per il Grande Fratello Vip non c’è pace. In queste ore ad intervenire è stato di nuovo il Codacons con un duro attacco al programma. Nel dettaglio, l’associazione lanciato un forte appello sia a Signorini che a tutta la produzione.

Codacons attacca il GF Vip dopo il cambio di rotta: “Vergogna nazionale”

Nonostante questo cambio di rotta, il Codacons ha attaccato il GF Vip tra le pagine di Nuovo TV e l’intervento del presidente dell’associazione Carlo Rienzi è stato molto forte: “Chi concepisce questi reality show crede che gli italiani siano capre. E’ una vergogna nazionale. Ormai in sei mesi il pubblico ha visto di tutto!

Possiamo dire che non è la prima volta che il Codacons si abbatte sul GF Vip. Già negli anni passati l’associazione è scesa a gamba tesa contro il programma e alcuni lati che poco sono piaciuti ai telespettatori.

Quest’anno si è superata alla lunga il buon senso e lo ha confermato anche il conduttore in diverse puntate. Nonostante i richiami e i provvedimenti, è stato indispensabile l’intervento di Pier Silvio Berlusconi.

Tutto quello che non è piaciuto in questo reality

Ci sarebbe una lista infinita di cose che non sono piaciute ai telespettatori in questo reality. In primis, tutto è partito dal caso di Bellavia, dove Marco è stato bullizzato da altri concorrenti. Poi si è passati ad atteggiamenti “violenti” da parte di Donnamaria nei confronti di Antonella.

Come se non bastasse spesso il pubblico ha notato delle frasi offensive e di cattivo gusto nei confronti di Nikita. Infine, poi da casa è stato spesso contestualizzato anche l’abbigliamento utilizzato, soprattutto da parte delle ragazze, che in qualsiasi ora del giorno si vedono girare per casa mezze nude. Insomma, l’elenco è davvero lungo…