Uomini e donne oggi, 6 aprile 2023: Nicole minaccia Roberta, volano offese pesanti. Gianni costretto a intervenire

Uomini e Donne 20 ottobre

Una nuova puntata è da poco termina sua canale 5. Anche oggi, largo spazio a Nicole alle prese prima con le accuse di Gianni e poi con quelle di Roberta. L’opinionista ha accusato la tronista di parlare in segreto con i suoi corteggiatori e di avere un atteggiamento particolare con Andrea.

Nel dettaglio Sperti crede che tra i due ci sia qualcosa di più… A queste critiche poi si aggiungono anche quelle della Di Padua che si è resa protagonista di un’accesa discussione con la bionda. Tra le due sono volati paroloni e offese molto pesanti.

Uomini e donne oggi, Forte scontro tra Nicole e Roberta di Padua

Come se non bastasse, durante la puntata di oggi, Nicole ha dovuto difendersi anche dagli attacchi di Roberta. La dama del trono over si è scagliata contro la giovane tronista. Al centro delle accuse, i modi di fare di Nicole e il suo approcciarsi nei confronti dei ragazzi che stanno partecipando alla trasmissione per conoscerla e sperare così di intraprendere una frequentazione che possa essere stabile e duratura.

Le parole di Roberta nei confronti di Nicole sono state particolarmente dure, tanto che le ha dato della fregamoscia.. Ma non solo dopo aver criticato la tronista la dama si è poi scagliata anche contro i suoi corteggiatori, definendoli come dei ragazzi inutili e che fanno tutto ciò che la donna chiede.

Nicole minaccia Roberta: ti aspetto fuori

Roberta nel dettaglio ha definito i corteggiatori di Nicole dei sottoni. Una parola offensiva che però non ha scatenato nessuna reazione da parte dei diretti interessati, come del resto non ha fatto arrabbiare nemmeno Nicole, quando la Di Padua le ha detto della fre**moscia.

A far notare le non reazioni ancora una volta Gianni Sperti che ribadisce ancora il suo pensiero sopra citato. Alla fine però Nicole dice alla dama che se ha qualche problema possono parlare fuori, e Roberta chiedendo aiuto a Maria le ha chiesto di farla fermare altrimenti sarebbe successo un casino