non sapevo di essere incinta
Non sapevo di essere incinta è il programma tv che, peggio di un film horror, fa tremare le donne consumatrici di pillola anticoncezionale. Nessuna compressa saltata, tutto regolare in apparenza, ma poi, dopo nove mesi, ecco che compaiono forti dolori all’addome, si corre al pronto soccorso e, come per magia, … spunta il bebè!

Incredibile ma vero: tutte le storie narrate in Non sapevo di essere incinta, sul canale Real Time, sono reali al 100%.
Donna, stai iniziando a dubitare dell’infallibilità del tuo blister rosa da cui stacchi una compressa al dì con la precisione di un orologio svizzero? Bene, sappi che non ce n’è motivo: si tratta pur sempre di casi limite e oggi i contraccettivi, se assunti e/o utilizzati correttamente, sono sicuri ed affidabili.

Diverso è il caso in cui, per difenderti dal temuto arrivo del bebè, ricorri esclusivamente ai cosiddetti metodi contraccettivi naturali o al coito interrotto: il primo è inaffidabile a causa dell’imprevedibilità del ritmo di ogni singola donna che rende ogni calcolo inevitabilmente impreciso (mica siamo delle formule matematiche!); il secondo non ti protegge dai liquidi pre-eiaculatori che contengono comunque spermatozoi “pericolosi”.

Dunque, se assumi la tua pillola in maniera corretta o usi un qualunque altro metodo contraccettivo senza sgarri alle regole imposte dal tuo medico, nessun timore: protagoniste della serie, infatti, spesso assumono i contraccettivi “a casaccio”, senza consapevolezza, e trascurano i controlli ginecologici: ti sfido a presentarti al consultorio con una gravidanza in corso senza che nessuno se ne accorga…

Inoltre, dietro queste storie, sono presenti profonde cause di origine psicologica spesso tralasciate o romanzate dal format, spiegate per noi da Psiconews:
Una donna su 475 “nega” a se stessa la propria gravidanza per paure legate a cultura e società (vedi i casi in cui è totalmente impensabile cullare un bimbo prima del matrimonio o come mamma single), difficoltà ad imporsi con il partner riguardo all’uso dei contraccettivi, traumi come lutto o violenza sessuale“.

Ecco cosa ne pensano le ragazze del forum di MyPill, app notifica-pillola per Android e iPhone:

“Io lo guardo senza farmi tante paranoie perché sono sicura di come agisco! E se fai controlli periodici è difficile che non ti accorgi di essere incinta… Anche perché spesso raccontano che credevano di aver abortito, oppure che prendevano la pillola male. Quindi qualche segnale penso ci debba essere” @DiamanteF

“Ho sentito di donne in obesità che effettivamente si sono accorte più in là di una gravidanza, ma perché non mestruavano mai anche prima della gravidanza quindi non avevano sospetti…Va bene che puoi non avere nausee, va bene che puoi non sentire nulla, ma arrivare al parto senza saperlo mi sembra obiettivamente assurdo!” @ff90

 Morale della favola (o dell’articolo)? Non fatevi suggestionare da questi programmi tv!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!