Approvata la legge sul divorzio breve
Clamoroso, approvata la legge sul divorzio breve!

Divorzio breve: a 45 anni dalla celebre legge 898, si accorciano le tempistiche per sciogliere i matrimoni

Era il 1970 quando nel nostro paese fu introdotta la legge 898, sulla “Disciplina dei casi di scioglimento del matrimonio“, provvedimento confermato poi dal successivo referendum del 1974.
Ebbene, quest’oggi, dopo un decennio di discussioni parlamentari, è stata approvata con largo consenso (398 sì, 28 no e 6 astenuti) una nuova legge, che va a modificare la precedente, riducendo l’iter giudiziario e permettendo così alle coppie di divorziare in tempi di gran lunga più brevi, soprattutto in caso di consensualità tra i due coniugi.

Divorzio breve: cosa cambia

Con la nuova legge che disciplina il divorzio breve, il tempo di attesa tra separazione e divorzio passa da tre ad un solo anno, in caso di separazione giudiziale, e addirittura a soli sei mesi, in caso di separazione consensuale e questo indipendentemente dalla presenza o meno di figli. Ma non solo, perché vengono modificate anche le norme sul fronte patrimoniale, in quanto la comunione dei beni potrà essere sciolta nel momento stesso in cui viene sottoscritta la separazione.

Divorzio breve: le reazioni delle forze politiche

Quasi tutte le forze politiche, con esclusione della Lega, si sono mostrate positive riguardo al nuovo provvedimento legislativo. Il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in un tweet di qualche ora fa, ha sentenziato: “Il #divorziobreve è legge. Un altro impegno mantenuto. Avanti, è #lavoltabuona“. Chiaramente, i Cattolici sono indignati, al punto da aver definito l’atto un “attacco alla famiglia”, in quanto l’istituto del matrimonio ne uscirà indebolito e per questo le giovani coppie potrebbero anche scegliere di non compiere più il grande passo; con grande probabilità, però, l’opinione pubblica sarà di tutt’altro avviso.

A questo punto, il numero di divorzi subirà un’impennata? Per saperlo, non ci resta che aspettare!

 

Volete restare sempre aggiornati con tutti i miei articoli di attualità, spettacolo e non solo? Allora seguitemi mettendo il vostro like qui.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!