Selvaggia Lucarelli offesa
Selvaggia Lucarelli offesa

Selvaggia Lucarelli, la nota giornalista e scrittrice attivissima sui social, è stata protagonista di un’ennesima discussione, ‘stavolta con un candidato sindaco leghista.
Non è la prima volta che la blogger, a seguito di offese ricevute pubblicamente sotto i suoi post, chiama i diretti interessati, per poter chiarire la situazione. Cos’è accaduto ‘stavolta?

 

Selvaggia Lucarelli offesa: scrive un post condiviso nel gruppo Facebook “Sei della lega Nord se…”, il candidato sindaco non ci sta

Capita spesso che Selvaggia Lucarelli esprima la sua opinione in merito ai fatti più noti e rilevanti del momento, e così è successo anche ‘stavolta, quando la blogger ha voluto esprimere il suo parere su una questione estremamente delicata e molto attuale (l’immigrazione) sulla sua bacheca Facebook; il post è stato condiviso nel gruppo “Sei della Lega Nord se.…”, e non ha trovato il gradimento di tutti (nonostante non riportasse niente di offensivo, ma soltanto un parere personale), tanto da far sollevare le ire di un candidato leghista, il quale si è lasciato andare ad un “stai zitta….put***a”. 
Ora, chi segue spesso la scrittrice sulla sua pagina Facebook, sa bene che Selvaggia Lucarelli è una donna che sa il fatto suo, e che non ci sta ad incassare offese gratuite; come tante altre volte in passato, anche ‘stavolta ha così pensato bene di contattare il diretto interessato, durante la trasmissione radiofonica m2o, per avere delucidazioni in merito alla sua esternazione.

 

Selvaggia Lucarelli offesa: la telefonata in diretta

Ecco quindi il confronto tra i due, confronto che, come spesso accade in questi casi, ha visto il soggetto interessato andare molto in difficoltà, una volta resosi conto di essere in diretta; Selvaggia Lucarelli ha fatto notare l’inopportunità di un’esternazione del genere, gratuitamente offensiva, soprattutto proveniente da un soggetto che si è candidato a sindaco di un paese, e che quindi dovrebbe essere il primo a dare il buon esempio. La blogger non ha voluto sentire ragioni: ha preteso le scuse, in diretta, senza “voler sentire nessun però”.
Dal canto suo, il colpevole ha cercato di giustificarsi dicendo di essere in un momento difficile, e di avere una soglia di sopportazione molto bassa, non per problemi con la Lucarelli, ma alludendo evidentemente ad altre questioni personali che hanno influenzato il suo comportamento. Alla fine, comunque, il candidato sindaco ha fatto un passo indietro.
Quantomeno, in questo caso chi ha sbagliato si è scusato senza attaccare il telefono o continuare ad offendere in diretta, come hanno fatto altri in passato; certo è che, in casi come questi, sarebbe meglio evitare di farsi scappare parole o frasi offensive, soprattutto se il destinatario delle stesse non ci pensa due volte a chiarire la questione, in piena diretta radiofonica.

Per chi non fosse interessato, il video della telefonata è visibile sulla bacheca del profilo Facebook ufficiale di Selvaggia Lucarelli.

Vuoi rimanere sempre aggiornato con tutti i miei articoli? Mandami l’amicizia su Facebook CLICCANDO QUI!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!