Toxicity Rock Festival, dove il rock si fa duro

Il Toxicity Rock Festival. L'Abruzzo si scatena a suon di rock.

Toxicity rock festival
Toxicity Rock Festival
Ass. Cult. Toxicum

Ci sono regioni che spesso rimangono un po’ in disparte, soprattutto in ambito musicale. Il Toxicity Rock Festival nasce per dare visibilità a generi, e relative bands, del territorio abruzzese.

In questo articolo KontroKultura ha intervistato Alberto Cinerari che, insieme ad altri ragazzi e ragazze, ha creato un’associazione culturale, per portare qualcosa di nuovo nella propria regione.

 

  1. Chi siete e come e quando avete deciso di metter su questo festival?

Siamo un’associazione culturale attiva sul territorio da circa un decennio, composta prevalentemente da giovani ragazze e ragazzi del luogo e che risponde al nome di “Toxicum”. L’idea del Festival è nata dall’intento di supplire alla mancanza (non solo nella nostra zona ma nell’intero territorio provinciale, purtroppo) di eventi musicali atti a promuovere un tipo di musica differente da quello proposto di solito da sagre e feste locali varie. Fortunatamente, negli anni, altri gruppi e associazioni hanno seguito il nostro esempio dando vita a validissimi festival come il “Rock No War” e il “Rock Heartquake”, solo per citarne alcuni. Nel corso degli anni si sono avvicendate Band di vario genere, dal Rock classico al Death Metal, dal Progressive al Rock Alternativo. Il nostro intento è stato ed è quello di creare una vetrina per tutte le Band emergenti che hanno voglia di esibirsi e proporre la propria musica, nonché ospitare Cover Band che ripropongano il repertorio dei grandi gruppi del passato.

 

  1. Il nome è stato ispirato da qualcosa in particolare oppure è solo una coincidenza che si chiami come l’album dei System of a Down?

Il Comune che ospita il Festival si chiama Tossicia; pertanto il nome gioca sull’assonanza tra quest’ultimo e il nome dell’album dei SoaD, band della quale sono fan molti membri dell’associazione. Il genere proposto dai System, inoltre, rispecchia perfettamente il carattere del “Rock duro” che il Festival intende promuovere.

 

  1. I gruppi che partecipano al festival vengono dalla regione (Abruzzo) oppure ci sono band provenienti anche da fuori?

Come nei precedenti anni, l’intento è stato quello di far esibire band provenienti da tutta la regione e da quelle limitrofe, ma non solo (Marche e Toscana nel passato, ad es.). Quest’anno ospiteremo due band aquilane, cinque teramane, una di Pescara ed una di Ascoli Piceno.

 

  1. Per la prossima edizione, se qualche band volesse partecipare, come vi può contattare?

Il canale più utilizzato è senza dubbio la pagina Facebook (Toxicity Rock Festival) dove gli interessati possono scriverci tramite messaggio; nella sezione Info, inoltre, è possibile trovare i contatti telefonici e il link al sito dell’associazione toxicum.org che al momento però, non è operativo.

 

  1. Quando si svolgerà e come sarà strutturato il festival? (Es. da che ora inizia, se ci sono stand etc.)

Il Toxicity Rock Festival avrà luogo nei giorni 17, 18 e 19 luglio presso l’Area Camping di Tossicia (TE). Gli stand gastronomici apriranno alle 18.00 mentre dalle 22:00 in poi inizieranno ad esibirsi le band. Chiunque volesse può campeggiare nell’area in maniera totalmente gratuita.

Ringraziamo Alberto per averci mostrato come la volontà e l’impegno dei giovani, in questo caso abruzzesi, abbiano creato un festival, uno spazio per band più o meno emergenti che altrimenti avrebbero fatto fatica a farsi conoscere. Il Toxicity Rock Festival è un evento, per gli amanti del genere, imperdibile!

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!