Postepay Evolution e il doppio canone annuo: semplice svista o truffa?

Postepay Evolution: imputato un doppio canone il 1° settembre; errore o truffa?

Lo scorso anno, Poste Italiane ha distribuito sul mercato la Postepay Evolution, una nuova carta ricaricabile con associato un codice IBAN, grazie alla quale è possibile svolgere operazioni quali ricezione ed invio di bonifici, accredito dello stipendio, domiciliazione delle utenze senza dover aprire un conto corrente e doverne sostenere i relativi costi.

Come in molti sapranno, il canone annuale per beneficiare di questa carta è di 10 euro, ed esso viene versato per la prima volta contestualmente alla vendita, considerato che la prima ricarica minima da effettuare è di 15 euro, di cui 10, appunto, sono destinati alla copertura del canone.

Ebbene, una grande parte degli utenti che hanno comprato la Postepay Evolution nei mesi scorsi, ieri si è vista imputare per la seconda volta la somma di 10 euro, con la causale “Canone annuo anticipato” e, al momento, Poste Italiane non è in grado di dare risposte soddisfacenti in merito all’accaduto, né sul sito, né sui social, né attraverso il numero verde di assistenza clienti.
Dobbiamo pensare che si tratti di una semplice svista e che presto si vedranno i risarcimenti o, piuttosto, ci troviamo di fronte ad una vera e propria truffa? Per saperlo, non ci resta che aspettare!

 

Volete restare sempre aggiornati con tutti i miei articoli di attualità e spettacolo? Allora seguitemi mettendo il vostro like qui.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
admin: