Binary Options EXPO. Un Expo anche per le opzioni binarie

Sono uno dei fenomeni del momento, la forma di investimento scelta da sempre più giocatori. E a settembre si prepara una grande manifestazione a Milano, per chiarire anche gli ultimi dubbi.

Non solo il grande Expo a tema alimentazione sostenibile: il 26 settembre Milano sarà anche la capitale italiana del trading online, grazie alla fiera “Binary Options Expo”, organizzata presso l’hotel Cavalieri di Milano Duomo. Sarà una giornata di dibattito su questo interessante strumento di investimento, il più innovativo e apprezzato in tutto il mondo, con consigli, strategie operative, trucchi di trading esposti da esperti del settore, che proveranno a raccontare la verità su questo settore, al di là di quello che si legge online e delle leggende metropolitane.

Come si muovo i broker. L’evento milanese chiuderà un’estate importante per i broker, anche quelli italiani, che si troveranno a dover fare i conti con le nuove regole introdotte dalla Cysec. Ad esempio, uno dei principali broker del nostro Paese, 24option, sta già lavorando alle modifiche richieste per farsi trovare pronto ai blocchi di partenza e continuare il trend positivo di  crescita segnato negli ultimi due anni. Vanno interpretati in questa chiave anche le nuove sponsorizzazioni annunciate dal sito, che ha confermato anche per la stagione 2015/2016 la partnership con la squadra di calcio della Juventus e sta preparando una vera e propria campagna sui mezzi di comunicazione, internet e tv in testa.

Cosa succede sui mercati finanziari. Gli ultimi mesi sono stati contraddistinti da una altissima volatilità sui mercati, anche e soprattutto a causa della crisi che ha colpito la Grecia che ora, pur se non ancora risolta sotto l’aspetto politico e formale, sembra però comunque sotto controllo rispetto all’allarmismo di qualche settimana fa. Ma i mercati, anche per quanto riguarda le opzioni binarie, non hanno ancora fatto registrare balzi in avanti né sembrano lasciar spazio a molto ottimismo: oltre alla variabile Grecia, infatti, e al suo debito pubblico mostruoso, ci sono altri due fattori che incidono, come la bolla finanziaria che gli analisti temono possa scoppiare in Cina e la frenata dell’economia statunitense. Sul fronte delle materie prime, invece, il prezzo del petrolio greggio continua a scendere, e gli esperti prevedono ulteriori cali anche per l’evolversi delle vicende diplomatiche internazionali (come l’eventuale eliminazione delle limitazioni all’Iran, con conseguente immissione di ulteriore oro nero sui mercati).

Le opzioni binarie. Perché scrivere tutto questo? Perché queste informazioni incidono e influenzano i mercati finanziari, e un investitore, anche in trading binario, non può restare all’oscuro su questi aspetti, o altrimenti le sue saranno puntate poco più di scommesse a occhi chiusi. Le opzioni binarie hanno tra i principali vantaggi proprio quello di consentire il trading su una svariata tipologia di asset, dalle materie prima (il citato petrolio, ma anche oro, argento, eccetera ), alle tradizionali valute (euro, dollari, yen…), ma anche azioni e indici azionari. Ecco perché le informazioni e la tempestività sono fondamentali, perché permettono di valutare al momento opportuno quale strategia adottare e quale decisione prendere, evitando di affidarsi al solo istinto. Ed ecco perché può risultare decisivo consultare siti di approfondimento, come il blog di Opzioni binarie 60.

Non è gioco di azzardo. Binario infatti non significa che c’è un risultato di probabilità “fifty-fifty” sulla propria previsione, ma solo che scadenza dell’opzione sono disponibili solo due alternative: o si guadagna il payoff predefinito o si perde il capitale investito. Investire su una opzione binaria non ha nulla in comune con le scommesse e il gioco d’azzardo: nella roulette al casinò la probabilità che esca un numero rosso è davvero al 50% (in realtà inferiore, se consideriamo anche il numero 0 e il 00), mentre chi investe nelle opzioni binarie deve sapere che le attività sono influenzate da molti altri fattori, oltre la semplice probabilità statistica.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!