Mondo Mamme: La gravidanza non arriva?

E’ il momento giusto per cercare una gravidanza? Quante volte bisogna avere rapporti non protetti per poter concepire un bambino? , è una domanda che spesso tormenta una coppia a caccia della cicogna. Non è importante la frequenza dei rapporti quanto il momento giusto. E’ necessario sapere quando è il periodo dell’ovulazione; perciò è importante fare il calcolo dei giorni fertili. Tuttavia è difficile determinarlo esattamente. Il giorno conico d’ovulazione, in una donna cicli regolari di 28 giorni, avviene verso il 14° giorno. Il corpo umano però non è un orologio svizzero… Come sapere allora qual’è il giorno utile alla procreazione? In genere in prossimità dell’ovulazione si presentano delle perdite di muco vaginale acquose e trasparenti e si mantengono tali fino alla fine dell’ovulazione, per diventare poi dense e biancastre. Cambia anche la temperatura vaginale : dopo l’ovulazione questa si alza per l’effetto del progesterone. Osserva il muco cervicale e misura la temperatura basale aiuta e determina i giorni utili al concepimento.

Troppi grassi , pochi spermatozoi: Il 41% in meno per chi ha cattive abitudini alimentari (in particolare per l’eccesso di acidi grassi) rispetto a coloro che seguono una dieta più sana. E c’è anche una riduzione della concentrazione del 38% . Lo osserva uno studio danese che ha coinvolto più di 700 uomini, additando ancora una volta il ruolo nocivo dei grassi saturi, contenuti nei formaggi e nella carne ma anche in alcuni vegetali, sulla fertilità maschile. Anche se tale nesso necessità di ulteriori approfondimenti, è fuori dubbio che mangiare sano è importante per la fertilità maschile. Ovviamente anche in gravidanza è bene mantenere una dieta priva di questi grassi.

Guidare troppo non aiuta: Alcuni ricercatori hanno dimostrato che , stare più di tre ore al giorno alla guida di un’auto comporta la riduzione della fertilità. La lunga permanenza al volante, infatti, aumenta la temperatura dei genitali maschili, che funziona bene a basse temperature. Il calore è dannoso ai testicoli perchè può provocare problemi a livello funzionale. Oltre agli autisti, sono pizzaioli e fornai quelli che rischiano di incorrere in una diminuzione della mobilità spermatica.

Il fieno greco è un viagra naturale: Dall’antichità conosciuta per le sue numerose proprietà (tra cui galattogena: stimola la produzione di latte), il fieno greco sembra essere d’aiuto anche agli uomini. Chiamata anche Trigonella, è una pianta erbacea capace di aumentare la libido maschile. A sostenerlo sono i ricercatori australiani del Centre For Integrative Clinical and Molecular Medicine dell’Università del Queensland che , dopo un esperimento condotto su un gruppo di uomini, hanno registrato un miglioramento del 25% del desiderio sessuale. Sembra che la proprietà afrodisiache dei semi di fieno greco siano da attribuire alla diosgenina e altre saponine che regolano il livello degli ormoni, aumentando la sintesi del testosterone e degli androgeni.

Coma mai con l’avanzare dell’età se è meno fertili? Con il naturale processo degenerativo, la maggior parte degli ovociti muore in modo spontaneo: più una donna va avanti con l’età, più avanza questa degenerazione e la scorta di ovociti diminuisce. L’invecchiamento degli ovociti aumenta i rischi di anomalie cromosomiche e di aborti spontanei ed p un fattore rilevante di sterilità. Gli ovociti di donne non più giovani hanno più spesso anomalie cromosomiche e , se fecondati, possono generare embrioni malformati, spesso abortiti spontaneamente. La sezione naturale, infatti, elimina gran parte degli embrioni con malformazioni e questo spiega l’aumento di aborti spontanei nelle donne non più giovanissime. La riduzione della fertilità, dunque, è causata dall’assemblamento sia della quantità che dalla qualità: ci sono meno ovociti e sono di peggiore qualità. Con il tempo nei follicoli restano pochi ovociti, che nella maggior parte dei casi non sono in grado di dare luogo ad un embrione normale.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!