La celiachia

Celiachia

Che il glutine non sia proprio il massimo per l’organismo lo sanno bene i celiaci, ovvero le persone intolleranti al glutine (in Italia si stima che 1 individuo su 100 sia celiaco, anche se la maggior parte di loro non presenta sintomi particolari).
La celiachia è una malattia autoimmune che provoca una reazione insolita alla gliadina, una proteina del glutine presente nel grano in primis ma anche in altri cereali come l’orzo e la segale.
La reazione autoimmune, che avviene nell’intestino tenue, provoca infiammazione e impedisce il corretto assorbimento delle sostanze nutritive.

I sintomi della celiachia sono vari e spesso non è facile identificarla: si va dalla diarrea cronica a dolori addominali e crampi, fino a una persistente stanchezza e a un’eccessiva perdita di peso o, nei bambini, a un ritardo nella crescita.
In certi casi la celiachia provoca anche anemia, osteoporosi, diabete, colite, tiroide autoimmune e altri disturbi.
Per diagnosticarla si ricorre ad esami del sangue specifici prima e a un’endoscopia poi.
Una volta diagnosticata la celiachia la cura consiste nel seguire una dieta priva di glutine.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!