SuperSonica Virtual Tutor

SuperSonica Virtual Tutor

Pochi nomi hanno un peso importante nella didattica applicata alla tecnologia musicale; uno di questi è Antonino Valenti, conosciuto da tutti gli addetti ai lavori per la sua lunga esperienza come divulgatore di tecnologia e per il suo impegno nella creazione di corsi on-line.
L’impegno e l’esperienza di tutti questi anni è condensata in un brevetto internazionale, dove un hardware in forma di chiave USB contiene tutto il necessario per dispiegare un corso relativo a una tecnologia, piuttosto che all’uso applicativo di uno strumento musicale.
Virtual Tutor è una unità semi-autonoma, come la definisce Valenti, e non una semplice memoria USB, sebbene la stessa memoria sia necessaria e prevista.
L’interno di questa unità, infatti, impiega un chip customizzato con un programma gestionale integrato, che consente di proteggere i corsi senza ricorrere a password o codici.
L’unità è quindi l’origine e il backup stesso dei corsi e, per sottolineare questo dato, SuperSonica fornisce l’unità all’interno di una confezione molto curata dalle dimensioni simili a un contenitore per videocassetta VHS.
Per gli utenti PC, in altre parole, non sono necessari software particolari e una volta tolta l’unità non rimane alcuna traccia sul computer.
I singoli corsi possono essere acquistati presso le SuperSonica Training Station, presso alcuni rivenditori di strumenti musicali selezionati e indicati sul sito di SuperSonica, dove è anche possibile guardare un’anteprima del corso prima di comprarlo.

L’unità USB può contenere fino a cinque corsi.
La genialità della cosa sta proprio nel fatto che Virtual Tutor non crea file o cartelle sul computer e una volta tolta la chiave non ne rimane traccia.
Da una parte questo evita di avere conflitti con il computer, dall’altra permette di avere sempre a portata di mano qualsiasi corso.
Naturalmente i singoli corsi sono dei moduli che vengono visualizzati all’interno dell’ambiente operativo, con la possibilità di saltare da un punto a un altro del corso, aprirne più d’uno contemporaneamente e salvare le posizioni in cui ci si trova, compresi i ridimensionamenti delle finestre.
Un Work Notes consente di scrivere appunti personali, da salvare assieme al corso.
I corsi Concept, dedicati alla tecnologia musicale, e Operation, dedicati all’uso di macchine specifiche, sono sempre realizzati con la massima cura, sono estremamente precisi e permettano di esplorare a fondo i concetti spiegati.
L’uso di audio e di immagini interattive permette di rendere l’esperienza ancora più piacevole.
Tutti i corsi sono scritti in italiano e possono richiedere anche un’oretta per essere esplorati fino alla fine e negli extra.

Data l’impostazione, i Concept sono adatti a chi comincia ma vuole arrivare a un livello di conoscenza superiore alla media, gli Operation seguono lo stesso passo: si incomincia con le funzioni di base per arrivare a setup più complessi. Un prodotto maturo con potenzialità che possono andare al di là della didattica musicale, essendo l’hardware e il software perfettamente in grado di sostenere qualsiasi contenuto.
I moduli Virtual Tutor sono da consigliare a chiunque sia a digiuno di tecnologia e voglia esplorare il mondo musicale di oggi in tutta tranquillità.
Per informazioni: www.supersonica.it.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!