Problemi di alitosi? Ecco come risolvere

alitosi

Parliamo dei problemi di alitosi e delle soluzioni che possiamo adottare

L’alitosi è un problema che affligge numerose persone. Per parlare di soluzioni dobbiamo prima di tutto analizzare le cause.

Bocca

La prima causa è anche quella più comune nella quasi totalità dei casi. L’alito cattivo può essere causato da una scarsa igiene orale e quindi dall’accumulo dei batteri presenti nei residui di cibo. In questo caso dobbiamo innanzitutto assicurarci di lavare bene i denti, di utilizzare un buon colluttorio e di usare spesso il filo interdentale. Spesso la causa dell’alitosi si trova nella lingua, che raramente viene pulita quando ci laviamo i denti. Ricordiamoci inoltre di andare dal dentista almeno una volta all’anno per eseguire la pulizia dentale ed eliminare tutta la placca di tartaro, che può causare anche ben altri problemi nel tempo. La seduta, almeno annuale, per l’igiene orale presso uno studio odontoiatrico  è anche un’occasione per fare un controllo e identificare eventuali carie, anch’esse responsabili dell’alitosi. Ricordiamoci inoltre di idratare bene la bocca bevendo molta acqua, soprattutto se soffriamo del disturbo della bocca secca.

Cibi e sostanze ingeriti

La seconda causa è l’ingerimento di cibi e sostanze che causano l’alitosi. I più comuni sono la cipolla, l’aglio, le spezie, ma anche sostanze di altra natura come il tabacco e l’alcol. In questo caso possiamo solamente limitare o evitare alcune sostanze. In ogni caso, il disturbo dell’alitosi da sostanza ingerita è transitorio.

Malattie

In alcuni casi, l’origine dell’alitosi è nello stomaco e nell’esofago; parliamo in questi casi di reflusso gastroesofageo. L’origine può anche essere ricondotta al fegato o ai reni. Se pensiamo che l’origine dell’alitosi non possa derivare da un problema di igiene o infezione della bocca, rivolgiamoci al medico per chiedere di effettuare delle analisi.

Stress

Purtroppo anche lo stress può contribuire all’alitosi, non a livello psicologico, ma producendo adrenalina che a sua volta contribuisce a rendere secca la bocca e la salivazione non è più sufficiente per una buona pulizia della bocca. In questo caso, l’origine torna ad essere nella bocca, ma la causa è di altro tipo.

Adesso che abbiamo chiarito le cause dell’alitosi possiamo procedere all’identificazione. Dal momento che è praticamente impossibile riuscire a determinare il grado di alitosi, dobbiamo affidarci a qualcun altro. Questa persona può essere un medico, ma anche un nostro familiare. Non bisogna vergognarsi di chiedere un parere sincero sul nostro stato attuale.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!