Asportato tumore al seno di 15 chili al Gemelli di Roma, è record

Intervento da record al Gemelli di Roma: è stato asportato dal seno di una donna un tumore dal peso di ben 15 chili.

tumore al seno gemelli roma

Intervento da record al Gemelli di Roma: è stato asportato dal seno di una donna un tumore dal peso di ben 15 chili.

Ciò che è avvenuto nelle ultime ore all’ospedale Gemelli di Roma è un evento davvero da record. I medici, infatti, hanno dovuto necessariamente asportare un tumore dal seno di una donna, che pesava addirittura 15 chili. Il tumore è stato asportato dal seno di una donna di sessant’anni, che ha atteso molti anni prima di affidarsi ai dottori e che di conseguenza ha lasciato che il suo tumore proliferasse in maniera incontrollata.

In base alla ricostruzione fatta dai giornalisti, che sono prontamente accorsi sul luogo, la paziente sarebbe stata paralizzata dalla paura, in quanto molto riluttante dal sottoporsi a un delicatissimo intervento che i medici hanno reputato però necessario.

Il team di chirurghi, coordinati dal dottor Riccardo Masetti, ha sottoposto la paziente di sessant’anni a un intervento della durata di tre ore, che fortunatamente si è concluso con successo e senza eventuali complicazioni. La donna, molto spaventata, non si aspettava un risultato simile vista sopratutto la dimensione del suo tumore che ormai pesava addirittura 15 chili.

Il responsabile del reparto, Riccardo Masetti, ha dichiarato: “Si tratta di un caso quasi unico per le dimensioni cui era arrivata questa neoplasia, cresciuta localmente in modo abnorme”. Il chirurgo ha aggiunto che molti pazienti arrivano a situazioni così estreme, perché hanno una paura del tumore talmente paralizzante, da spingerli addirittura a non fare nulla, in una sorta di circolo vizioso che posticipa il contatto paziente – medico, che talvolta arriva troppo tardi.

Dopo l’asportazione del rumore di 15 chili, il decorso post-operatorio è stato dei migliori e infatti la paziente sessantenne è stata immediatamente dimessa dal reparto, è già tornata a casa e non avrà bisogno di controlli o di operazioni chirurgiche future. Naturalmente dovrà sempre effettuare periodicamente visite preventive per tenere sotto osservazione la sua salute.

Tutto si è risolto per il meglio, quindi, per la sessantenne, la cui identità non è stata rivelata per preservarne la privacy. La donna, nonostante il deturpamento sia fisico che mentale causato dal tumore, è stata molto forte e in questi anni si è tenuta tutto dentro per un senso di vergogna, che fortunatamente è riuscita a superare, rivolgendosi ai medici. Ha continuato la sua vita in maniera normale, nonostante il tumore, proseguendo con i rapporti familiari e con il lavoro: da ora, però, sarà finalmente libera da questo cruccio che tanto la faceva stare male.

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!